Mamma uccisa dal cancro a 48 anni, Monica lascia gli amori della sua vita: Adriano, Noemi e Jason

Giovedì 14 Ottobre 2021 di Michelangelo Cecchetto
Monica Miotto, morta a 48 anni
1

SAN MARTINO DI LUPARI - Fino a sabato scorso aveva lavorato in quella che considerava la sua seconda casa: il salone di bellezza Studio Dimensione che aveva avviato nel 2003 assieme al marito a Campagnalta di San Martino di Lupari. Lunedì pomeriggio i 48 anni della vita di Monica Miotto residente a San Martino di Lupari, si sono purtroppo fermati per sempre. Presto, troppo presto. Moglie, mamma, sorella, figlia. 

IL PROFILO

Monica era una donna dalle mille risorse che ha saputo donare a familiari ed a tantissime persone che in questi giorni stanno esprimendo un cordoglio profondo, sentito, vero, assolutamente non di circostanza. Stare con lei è stata una esperienza meravigliosa, era una grande professionista soprattutto nel trucco, il ricordo del marito Fabrizio Corrà a condensare l'essenza di Monica. Molto difficile se non impossibile di fronte a lutti di questo genere, riuscire ad esprimere quanto si vorrebbe con le parole. A parlare sono allora i gesti, i ricordi, i pensieri. Tantissimi ed indelebili quelli che hanno Monica come protagonista. Dal grande amore con Fabrizio suggellato il 12 giugno del 1999 sono nati Noemi di 21 anni e Jason di 15 anni. I tesori di Monica che lascia anche la mamma Teresa. Il male si è accanito su di lei che lo ha affrontato con enorme forza. La diagnosi nel 2018 - ripercorre i tempi il marito - È stata operata all'ospedale di Cittadella. Poi le terapie a Camposampiero fino a luglio del 2019. La situazione sembrava superata, purtroppo l'anno scorso la malattia si è ripresentata ed alla fine non è stato possibile fare nulla. 


FINO ALL'ULTIMO

A dimostrazione della tenacia di Monica, lei ha voluto essere nel suo salone fino all'ultimo istante. Il luogo di lavoro era la sua prima casa - sottolinea Fabrizio - fino a sabato sera. Grande la sua passione anche per la natura, soprattutto le piante. Monica era impegnata come volontaria anche nella raccolta di generi alimentari e vestiario per le persone bisognose, seguite dalla comunità missionaria Villaregia. Numerose le persone che ieri sera hanno pregato in Duomo in suffragio di Monica. Oggi, sempre nella grande parrocchiale di San Martino di Lupari, saranno celebrate le esequie alle 15. Il feretro giungerà dall'ospedale di Camposampiero da dove partirà alle 14,30. Nel ricordo di Monica, rendendo concreta la sua volontà di pensare a chi si trovava in situazioni di difficoltà particolari, la famiglia invita a destinare quanto per gli omaggi floreali, all'Associazione italiana per la ricerca sul cancro. Questo nella speranza che questa malattia possa essere quanto prima sconfitta. 
Un gesto di altruismo e solidarietà, tra i principali valori di Monica.

 

 

Ultimo aggiornamento: 22:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA