Lunedì 24 Giugno 2019, 11:39

L'inganno a luci rosse: «Mi ha proposto di fare sesso poi mi ha sfilato il Rolex»

PER APPROFONDIRE: furto, montegrotto, rolex, sesso
L'inganno a luci rosse: ​«Mi ha proposto di fare sesso poi mi ha sfilato il Rolex»

di Eugenio Garzotto

MONTEGROTTO - I professionisti dell'abbraccio, specializzati nello sfilare dal polso dei passanti orologi di lusso, tornano a colpire alle Terme. Ieri, attorno alle 13, è toccato a G.B., residente a Montegrotto, derubato del suo Rolex da una ragazza che lo ha avvicinato nei pressi della sua abitazione. «Aveva un cappellino scuro, una maglietta bianca e dei leggins neri e parlava con accento sudamericano racconta la vittima -. Mi ha fermato con la scusa di chiedermi se conoscevo qualcuno che potesse darle un lavoro». Alla risposta negativa dell'uomo, interdetto da
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
L'inganno a luci rosse: «Mi ha proposto di fare sesso poi mi ha sfilato il Rolex»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2019-06-24 17:07:55
Con uno Swatch al polso sei in una botte di ferro, sgarra un minuto all'anno e nessuno ti molesta.
2019-06-24 14:42:15
Tutti questi anziani signori vogliono raci credere di essere possessori di Rolex. Addirittura.
2019-06-24 14:21:22
Munirsi di Rolex falso al polso, quello buono altrove al sicuro.Poi stare al gioco e magari...portarlo a fondo..poi far finta di cedere.
2019-06-24 12:06:43
Fatto bene! Sveglia!
2019-06-24 17:53:39
La posso capire, ma guardi che in giro ci sono dei professionisti del furto, un giorno un mio commilitone ha acquistato una radio mangiacassette (Erano altri anni) ad un buon prezzo, ad un certo punto gli hanno detto che arrivavano i Carabinieri, mi ha detto che non ha mai perso di vista l'oggetto per neanche un secondo, risultato? In caserma si è trovato un pacco con un mattone dentro. Mi disse se gli facevano vedere come avevano fatto gli avrebbe lasciato tranquillamente i soldi. Dunque mai meravigliarsi