Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Padova, la Mondadori si trasferisce nel palazzo ex Rinascente in piazza Garibaldi

Sabato 22 Gennaio 2022 di Mauro Giacon
La Mondadori si trasferisce nel palazzo ex Rinascente in piazza Garibaldi

PADOVA - Prosegue l'effetto attrazione per l'ex Rinascente. In Primavera arriverà infatti la Mondadori, in trasloco da piazza Insurrezione. Il negozio sarà su piano terra e primo piano con una estensione di 400 metri quadrati e affaccio su piazza Garibaldi. «Siamo molto soddisfatti che nella nuova luce del Liston vi sia anche spazio per un elemento letterario e multiculturale» commenta l'assessore al Commercio Antonio Bressa. «In ogni caso ho già preso contatti con la famiglia Valle proprietaria del negozio attuale dove si trova Mondadori che ha garantito che non resterà uno spazio vuoto». Non ci sono ancora notizie invece sul fatto che, sul modello di altri negozi, la Mondadori voglia aprire una caffetteria al piano superiore.


Prosegue dunque l'occupazione degli spazi per l'immobile nella posizione più centrale della città. L'ultimo arrivo era stato nell'estate scorsa lo store autorizzato Apple. Dopo il negozio di abbigliamento e calzature sportive Snipes, Iqos Philip Morris e Fielmann, era arrivato l'annuncio ufficiale del taglio del nastro del primo negozio a Padova marchiato Juice Apple, dedicato alla vendita e all'assistenza per tutti i prodotti della multinazionale californiana, dai personal computer Mac, agli iPhone e agli iPad.


Nel grande palazzo, rimasto vuoto il 16 febbraio 2019 dopo la scelta del gruppo Rinascente di lasciare Padova, la famiglia Tabacchi ha eseguito lavori di demolizione e ristrutturazione da 10 milioni di euro (sono stati rifatti tutti i solai con l'apporto di 150 tonnellate di ferro). L'edificio ha iniziato a rianimarsi dal 2020: con l'atteso punto vendita di Philip Morris, e con il grande negozio ottico Fielmann, tra le più grosse catene europee. La pandemia non ha facilitato le trattative, in un periodo storico in cui l'intero comparto del retail ha subito mazzate economiche devastanti, ma Tabacchi sta tenendo fede alla promessa fatta al sindaco Giordani e all'assessore Bressa: restituire il prima possibile il palazzo ai padovani. Si attendono altri sviluppi come quello di una catena britannica di centri fitness. Negli ultimi mesi ha preso sempre più corpo l'ipotesi di una grande palestra da 2.600 metri quadri che aprirebbe nella seconda metà del 2022 abbracciando secondo e terzo piano con tanto di terrazza: attrezzi e tapis roulant con vista sul centro storico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci