Matrimonio in corsia: in attesa del trapianto di fegato Loredana dice sì al suo Costel

Giovedì 11 Novembre 2021 di Nicola Benvenuti
Loredana e Costel
2

PIOVE DI SACCO - Matrimonio in corsia per Loredana e Costel: la cerimonia, con rito civile, in un luogo insolito, l'ospedale Immacolata Concezione di Piove di Sacco. Loredana, nel suo letto aveva un bouquet di fiori bianchi tra le mani ed ha così dichiarato amore eterno al suo fidanzato Costel. Ha vinto l'amore su tutto ieri mattina, 10 novembre, nel nosocomio piovese: nel reparto di Medicina sono state celebrate le nozze tra Loredana, 26 anni, affetta da una grave patologia epatica e in attesa di trapianto di fegato, e Costel, rumeni entrambi e residenti nella Saccisica. Testimoni, il direttore dell'unità operativa complessa Giancarlo Parisi, il medico del Serd Filippo Ometto e due amici degli sposi, Natalia e Tiberiu.

LA CERIMONIA
Una cerimonia commovente - alla quale hanno preso parte il direttore di presidio Domenico Montemurro e idealmente l'intero nosocomio - officiata da Paola Zagolin delegata del Comune di Piove di Sacco: «Vi dichiaro, in nome della legge, uniti in matrimonio». L'impegno reciproco alla fedeltà, all'assistenza morale e materiale, nella buona e nella cattiva sorte, nella salute e nella malattia. «Sei felice?», ha domandato il neosposo. «Sì», ha risposto lei, con una storia clinica difficile, di continui ricoveri, avvolta in un candido scialle ricamato a coprire il pigiama. Bacio di rito ed un applauso fortissimo, da una stanza al sesto piano dell'ospedale. Particolarmente commosso il primario Giancarlo Parisi, alla guida del reparto di Medicina da diversi anni. «Ci siamo trasformati nella famiglia di questi due ragazzi, che avevano il desiderio di convolare a nozze, in una situazione di fragilità estrema per Loredana, che dovrà essere sottoposta ad un trapianto. Un momento così felice non si poteva non supportare e darsi da fare perché potesse avvenire nel nostro ospedale di Piove». Anche il direttore medico Domenico Montemurro è rimasto favorevolmente colpito dall'evento particolare. «In questo caso abbiamo avuto una prova pratica di una sinergia di intenti. Qua si è mossa la comunità scientifica, quella civile, il Comune di Piove molto celere nell'espletare le pratiche, con una serie di figure professionali, dall'uno e dall'altro lato, che hanno lavorato con il cuore ed hanno consentito a Loredana e Costel di convolare a nozze, seppure in una situazione difficile, regalando a loro soprattutto una giornata che resterà impressa però anche nei nostri cuori».
 

Ultimo aggiornamento: 13:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA