Massacrato di botte sulla spiaggia, rapinato e ripreso in video da due minorenni

PER APPROFONDIRE: lignano, minorenni, pestaggio, spiaggia, video
Un frame dal terribile video del pestaggio del ragazzo a Lignano Sabbiadoro
LIGNANO SABBIADORO - Due minorenni hanno massacrato un coetaneo per costringerlo a consegnare loro tutti i soldi e hanno ripreso la violenza postando poi il filmato sui social. La vittima - un ragazzo padovano - è stata sottoposta a intervento chirurgico alla mandibola e giudicata guaribile in 30 giorni. Il pestaggio è accaduto nella notte tra il 15 e il 16 luglio scorsi su una spiaggia di Lignano Sabbiadoro.

I due aggressori sono stati identificati dalla polizia alcuni giorni fa dopo oltre due mesi di complesse indagini, avviate dopo aver scoperto in rete il filmato del pestaggio. Gli investigatori della Squadra Mobile di Udine hanno individuato prima la vittima e successivamente gli aggressori. La vittima era sulla spiaggia insieme ad alcuni amici dai quali si era momentaneamente allontanato. I due coetanei lo hanno notato e lo hanno aggredito a calci e pugni, rapinandolo di tutti i soldi che aveva con sé, circa 100 euro. 

«Ti vuoi fare male? Allora dammi il tuo telefono e i tuoi soldi. Muoviti. Ti uccido, il tuo telefono e i tuoi soldi». Sono le frasi rivolte da uno dei due minori ritenuti gli autori dell'aggressione al coetaneo a Lignano. L'altro riprendeva la scena con il cellulare. Ieri mattina, su disposizione dell'autorità giudiziaria, la Squadra Mobile con l'ausilio della Polizia Postale ha formalmente indagato e perquisito i due minori.

 
MASSACRATO DI BOTTE A LIGNANO - L'audio del brutale pestaggio in spiaggia /ATTENZIONE CONTENUTI FORTI">
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 29 Settembre 2018, 08:49






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Massacrato di botte sulla spiaggia, rapinato e ripreso in video da due minorenni
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 47 commenti presenti
2018-09-29 20:01:09
Drogati ....
2018-09-29 18:14:23
Dal Vangelo secondo Matteo 5,38-42 - ''In quel tempo, Gesu' disse ai suoi discepoli: "Avete inteso che fu detto: Occhio per occhio e dente per dente; ma io vi dico di non opporvi al malvagio; anzi se uno ti percuote la guancia destra, tu porgigli anche l'altra; e a chi ti vuol chiamare in giudizio per toglierti la tunica, tu lascia anche il mantello. E se uno ti costringera' a fare un miglio, tu fanne con lui due. Da' a chi ti domanda e a chi desidera da te un prestito non volgere le spalle". . . . E' poi ci meravigliamo se le pene sono irrisorie e se i giudici sono buonisti!!! Provo tanta pena per il povero giovane vigliaccamente massacrato di botte . . . per un telefonino.
2018-09-29 19:06:50
Perché, lei pensa che i ragazzi protagonisti della vicenda, poliziotti, giudici e tutto quel che segue, conosce questa parte del vangelo? Si ricordi, caro Pinopin, che nel vangelo esiste anche la modalità rovescia tavoli...che io preferisco, buona domenica
2018-09-30 14:51:46
Si riferisce per caso al passo: ''Così giunsero a Gerusalemme. E Gesù, entrato nel tempio, cominciò a scacciare quelli che nel tempio vendevano e compravano e *rovesciò le tavole* dei cambiamonete e le sedie dei venditori di colombi. . . . .'' ? Certamente sono pochi ragazzi di oggi che leggono i Vangeli . . . troppe versioni!!!. I Giudici penso che invece ne abbiano una perfetta conoscenza e troppo, troppo spesso ne tengono conto seguendo l'esempio del Papa e della sua misericordia. Il Gesu' del passo da me ricordato all'inizio e' lo stesso Gesu' che chiede agli altri come debbono comportarsi? A me e' semrato incavolato e prepotente. Comunque anch'io preferisco la modalità rovescia tavoli e vorrei che fosse applicata sempre, ove necessaria. Saluti.
2018-09-29 17:07:10
Agata Del Conte solita brutta figura.