Mamma di 54 anni stroncata dal male: «Veglia su tua figlia»

Sabato 26 Marzo 2022 di Lorena Levorato
Mamma di 54 anni stroncata dal male: «Veglia su tua figlia»

PADOVA - Buona, umile, una presenza costante e silenziosa. Addio a Cristina Migliorini, mamma di 54 anni morta giovedì. In pochi mesi la malattia se l'è presa lasciando tutti, soprattutto i genitori, i fratelli e la figlia, senza respiro. A settembre i primi disturbi e dolori; poi le visite, gli esami e gli accertamenti. Fino al triste verdetto arrivato in pochi giorni. Un duro, durissimo colpo, per Cristina che, dolce e forte com'era, ha accettato e non si è mai abbattuta e ha intrapreso il percorso di cure con coraggio, speranza, fiducia e determinazione.

IL DOLORE

Dopo mesi di cure e terapie, purtroppo nelle ultime settimane le sue condizioni si sono aggravate ed è stato necessario il ricovero in ospedale. Assistita dalla famiglia, Cristina è morta giovedì alle 13, mentre il fratello Michele la stava raggiungendo all'ospedale. «Purtroppo è morta mentre ero in auto e non ho fatto in tempo a salutarla dice il fratello -. Cristina era una donna straordinaria, dal cuore d'oro; unica, silenziosa, solare e riservata. Era la maggiore di noi quattro, ci ha visto nascere e ci ha tenuto in braccio da bambini. Fin da picciolo, Cristina ci ha fatto da mamma oltre che essere la sorella maggiore. Il vuoto che lascia è incolmabile, ora e sempre. Era la mia sorellina anche se la maggiore. Non ci aspettavamo questo momento, lei che era così bella, buona e forte».
«Ha voluto farci questo brutto scherzo, lasciandoci tutta la sofferenza che ci porteremo sempre nel cuore, ma speriamo che ora sia nel regno più bello dell'universo perché se lo merita tutto per quello che era e noi lo sappiamo dal profondo».

Lutto a Cittadella. Il medico di base Daniela Scapin muore a 63 anni


IL LAVORO

Prima di ritirarsi a causa della malattia, Cristina, che abitava a Padova, lavorava come addetta per l'azienda Serenissima Ristorazione all'interno della mensa ospedaliera riservata ai dipendenti. Qui la conoscevano tutti ed era stimata e amata sia dai colleghi che dal personale medico che incontrava ogni giorno. Cristina lascia la figlia di 16 anni, i genitori ed i fratelli Luca, Susi e Michele. «Mia sorella adorava gli animali, in particolare i cani, e la natura continua Michele -. Adorava stare all'aria aperta, passeggiare in montagna o in riva al mare. E poi amava la sua famiglia. Ripensando alla sua e alla nostra vita, mi torna alla mente tutta la sua bontà, la serietà, la semplicità d'animo di una donna che ha sempre dato senza chiedere nulla. Una sorella dolce che sapeva dialogare, ascoltare, rispettare. Cristina era la bontà in persona; aveva un grande senso per l'altruismo e la disponibilità Era una donna silenziosa, riservata, ma allo stesso tempo solare e molto buona. È stata una fortuna averti avuto come sorella; ci mancherai in ogni istante». I funerali di Cristina saranno celebrati lunedì alle 10.30 nella chiesa della parrocchia di San Carlo a Padova.

 

Ultimo aggiornamento: 11:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci