Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Doppia spaccata all'ex Rinascente: Snipes e Igos nel mirino dei ladri

Lunedì 27 Dicembre 2021 di Luisa Morbiato
Una transenna davanti alla vetrina dell'ex Rinascente scelta dai malviventi per una spaccata

Sono tornati in azioni i “professionisti della spaccata” che, nella notte tra il 23 e 24 dicembre hanno preso di mira negozi dell’ex Rinascente. I malviventi infatti hanno sfondato la porta a vetri del negozio Snipes, specializzato ella vendita di scarpe e abbigliamento sportivo, e l’adiacente punto vendita Iqos, sigarette elettroniche, in via Cavour. 


RABBIA E DANNI
Il danno maggiore nei confronti di Snipes. I ladri dopo aver infranto la porta facendo scattare l’allarme, sono entrati nei locali e sono riusciti ad appropriarsi di calzature e indumenti. I danni sono stati consistenti perchè hanno completamente sfondato la porta a vetri dell’ingresso, come riferisce la store manager del negozio padovano della grande catena, l’allarme è scattato intorno alle 2,30 e prontamente in via Cavour sono arrivati i carabinieri, ma anche la sorveglianza privata dell’esercizio commerciale. Pure la direttrice si è subito precipitata in negozio. Forse sarebbe andata peggio senza l’allarme, ma in un negozio come Snipes, come continua la dirigente, razziare abbigliamento e scarpe vuol dire mettere a segno un bel colpo: anche se ancora da quantificare nel dettaglio, si sa già che il bottino è da migliaia di euro. Nello store infatti si possono acquistare sneakers dei marchi più prestigiosi e abbigliamento sportivo griffato. E il brutto inizio di Vigilia si è protratto: nell’ultima giornata riservata agli acquisti dei regali di Natale, Snipes ha dovuto accogliere i clienti al suo interno con un notevole ritardo per permettere i rilievi di rito dei carabinieri. 
 

CHIUSURA FORZATA
Stessa sorte è toccata all’adiacente Iqos dove però, forse anche all’allarme scattato nel negozio confinate, i malviventi sono riusciti a danneggiare l’ingresso e le grani vetrate, totalmente inclinate, ma senza poter raggiungere l’interno. Anche qui come negli altri esercizi commerciali insediati di recente a piano terra dell’ex Rinascente, la catena di occhiali low cost Fielmann, Jules abbigliamento e il nuovissimo store della Apple, le porte ai clienti sono state aperte i ritardo. Iqos ha dovuto addirittura optare per la chiusura per tutta l giornata la giornata della Vigilia di Natale. All’esterno del proprio negozio infatti la direzione ha apposto un cartello nel quale avvisava i clienti che “Il negozio sarà chiuso per atti vandalici. Ci scusiamo per il disagio”. Le vetrate erano troppo compromesse ed è stato necessaio riparare subito il danno. 

Gli altri esercenti hanno atteso invece che, il portico del palazzo, rimasto transennato dai nastri delle forze dell’ordine al lavoro per recuperare indizi che possano portare all’individuazione dei responsabili delle spaccate, venisse liberato e reso nuovamente transitabile. 
Il tutto sotto gli occhi attoniti dei tantissimi padovani che, il 24 dicembre affollavano il centro storico ed il Liston in cerca degli ultimi regali last minute. In tanti si son anche fermati cercando di informarsi di quanto era accaduto, memori della raffica di spaccate che, non tantissimo tempo fa hanno funestato le notti dei negozi del centro.

 

Ultimo aggiornamento: 17:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA