Italiano arrestato in Colombia: partiva con una neonata non sua

Venerdì 13 Dicembre 2019
Mirco Coccato. Italiano arrestato in Colombia: partiva con una neonata non sua
23

Padovano arrestato in Colombia: stava partendo dall'aeroporto con una neonata non sua. I servizi migratori della Colombia hanno arrestato mercoledì 11 dicembre, nell'aeroporto internazionale di Cartagena de Indias, un cittadino italiano, Mirko Coccato, 49enne di Brugine (Padova), chestava per partire alla volta di Amsterdam con una neonata di appena 18 giorni. La bambina, però, non era figlia sua e Coccato non aveva alcun titolo per tenerla con sé, ancor meno per portarla fuori dal Paese.

Diceva di essere il padre biologico della neonata
A quanto pare il padovano ha provato a sostenere la tesi di essere il padre biologico della neonata, alla fine però, la verità è venuta a galla. Secondo un comunicato diffuso da Migracin Colombia, i sospetti sono emersi quando ad un controllo un funzionario ha notato che il documento della piccola, di cui l'italiano sosteneva di essere il padre biologico, aveva una data di partenza che non coincideva con quella effettiva del viaggio. Coccato a questo punto è stato posto in stato di fermo, mentre la polizia controllava i suoi movimenti da e per la Colombia. Da questa ricerca è emerso che l'uomo era stato in precedenza in territorio colombiano altre quattro volte, ma che nessuna di esse coincideva con la sua presunzione di paternità.

La frase choc della presunta madre: «Prendi mia figlia e dalle una vita migliore»
Inoltre all'improvviso si è presentata una donna che ha dichiarato di essere la madre della neonata e di «averla data a Coccato affinché potesse avere una vita migliore». A questo punto un agente ha notificato al cittadino italiano l'arresto per «soppressione, alterazione e supposizione di stato civile» della piccola colombiana.

Nasconde un neonato nella valigia, turista americana fermata all'aeroporto

Ultimo aggiornamento: 14 Dicembre, 09:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA