Drammatico frontale in Trentino, morto quarantunenne

Domenica 31 Maggio 2020
il terribile scontro avvenuto lunedì scorso a Lavis
TRENTO - Il tremendo impatto nel frontale avvenuto lunedì scorso a Lavis, in Trentino, gli è stato fatale. Guido Casarotto, quarantunenne padovano di Campodoro, ricoverato in gravissime condizioni subito dopo l'incidente, non ce l'ha fatta a superare i traumi ed è spirato oggi, 31 maggio, all'ospedale di Trento. Al Santa Chiara rimane in rianimazione il conducente dell'altra macchina, anche lui quarantunenne e residente in zona, che viaggiava con la figlia di 7 anni, anche lei ferita.

L'incidente si era verificato in mattinata sulla provinciale 235, tra il ponte sull’Adige e la rotatoria di Zambana Vecchia. Lungo il breve rettilineo la Mercedes Classe A con a bordo il trentino e la figlia procedeva in direzione nord. Nel senso di marcia opposto stava invece viaggiando la Fiat Tipo station wagon condotta da Guido Casarotto che si trovava nella zona per motivi di lavoro. Per cause ancora non accertate una delle due vetture ha invaso l’altra corsia e l'impatto è stato inevitabile quanto violentissimo. Con le carcasse delle due vetture sbattute contro i guard rail dai lati opposti della strada.
Da Trento si sono subito mossi i soccorsi, anche con l'elicottero. La bambina era fortunatamente in buone condizioni, molto gravi gli altri due feriti, accolti nel reparto di terapia intensiva. Per Casarotto purtroppo nei giorni seguenti la situazione non è migliorata, fino al tragico epilogo di oggi.
  Ultimo aggiornamento: 21:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA