Incidente alle Acciaierie Venete. Crolla contenitore con 90 tonnellate di acciaio fuso: 4 operai gravissimi

PER APPROFONDIRE: acciaierie venete, incidente, padova
Crolla contenitore con 90 tonnellate
di acciaio fuso: 4 operai gravissimi
PADOVA - Quattro operai feriti, ustionati, dei quali tre che versano in gravissime condizioni: questo il bilancio del tremendo incidente avvenuto questa mattina - domenica 13 maggio - poco prima delle otto alle Acciaierie Venete di Corso Francia, a Padova. Sul posto, oltre ai pompieri, i carabinieri e lo Spisal.

La dinamica dell'incidente nella catena di lavorazione non è ancora molto chiara, un contenitore di acciaio fuso contenente 90 tonnellate di materiale incandescente sarebbe crollato per la rottura di un perno, gli schizzi di magma avrebbero quindi investito i quattro operai: Bratu Marian, residente a Cadoneghe e Sergiu Todita, moldavo di 39 anni. Gli altri operai feriti sono Simone Viivan, residente a Vigonovo e David Federic G. Di Natale, italo-francese residente a Santa Maria di Sala.

LEGGI ANCHE Il deputato Pd Zan: «Subito interrogazione al ministro del Lavoro»

PRINCIPIO DI INCENDIO
La fuoriuscita di acciaio fuso ha generato un principio di incendio nel reparto fonderia, che è stato poi messo controllo e successivamente domato dalle squadre dei pompieri di Padova.

 
 


USTIONATI SUL 100% DEL CORPO
Due degli operai colpiti dal getto incandescente hanno riportato ustioni al 100% del corpo, e sono in condizioni gravissime. Lo riferiscono fonti sanitarie. I due pazienti si trovano nei centri di Padova e Cesena. Un terzo lavoratore presenta ustioni al 70% del corpo, ed è ricoverato a Verona. un quarto, meno grave, è all'ospedale Sant'Antonio di Padova.

I RILIEVI 
Sono state ultimate nel primo pomeriggio dalle squadre dei vigili del fuoco   le operazioni di messa in sicurezza dell’impianto del reparto fonderia dell’acciaierie Venete dopo il grave incidente sul lavoro per il rovesciamento di una siviera.  Le squadre dei pompieri accorse da Padova,  hanno raffreddato il materiale fuoriuscito insieme alla squadra aziendale,  mentre erano già in corso le operazioni di stabilizzazione degli operai da parte dei sanitari.  A causa dell’incidente l’impianto dell’acciaieria è stato fermato. Sono in corso le operazioni di polizia giudiziaria da parte dei vigili del fuoco e dello spisal per il sequestro dell’area interessata dal sinistro.


 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 13 Maggio 2018, 10:46






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Incidente alle Acciaierie Venete. Crolla contenitore con 90 tonnellate di acciaio fuso: 4 operai gravissimi
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 36 commenti presenti
2018-06-06 09:58:01
sempre i primi in veneto anche nelle morti bianche vero zaia?...prima i veneti
2018-05-14 09:37:07
Sintesi del "Jobs Act" : "Ti va bene Ok ; protesti e ti licenzio! " E addio sicurezza ...
2018-05-13 20:12:12
FORZA RAGAZZI VINCETE LA SFIDA PIU DURA E IMPORTANTE ... SEMPRE CREDERE
2018-05-13 17:28:47
"contenitore di acciaio fuso" -si chiama crogiolo... "magma" -e' il materiale semifluido o fluido che fuoriesce dai vulcani, l'acciaio fuso non e' magma... La proprieta' di linguaggio dei giornalisti non aiutera' certo a far guarire i feriti, ma fa parte dei loro doveri -o non piu'?
2018-05-13 18:11:32
Propriet├á di linguaggio non significa fare gli snob usando i termini tecnici: l'articolo dev'essere compreso da tutti, anche da chi non sa nemmeno cosa sia un'acciaieria. Il crogiolo ├Ę un contenitore, il magma ├Ę materiale fuso, quindi le cose sono state denominate correttamente e tutti capiranno cosa stanno leggendo.