Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Incendio doloso all'ex hotel Bertha, il sindaco: «Trovati più focolai»

Lunedì 25 Aprile 2022 di Lucio Piva
Incendio doloso all'ex hotel Bertha, il sindaco: «Trovati più focolai»

MONTEGROTTO - L'incendio dell'ex hotel Bertha rimarrà un fatto isolato e verranno attivati presidi e forme di sorveglianza sul territorio per impedire altri roghi dolosi all'interno delle strutture dismesse. È quanto promette il sindaco sampietrino Riccardo Mortandello all'indomani del principio di incendio che ha danneggiato l'ex cinque stelle di largo Traiano.
Il primo cittadino, in base a quanto finora emerso, non ha dubbi sul fatto che il rogo scaturito in più punti del fabbricato sia di matrice dolosa. «I primi accertamenti - spiega Mortandello - hanno rilevato più focolai che avrebbero avuto conseguenze ben più gravi se non fossero intervenuti prontamente i vigili del fuoco di Padova, Abano e Borgoricco. Intensificheremo i controlli in zona e soprattutto avremo tolleranza zero rispetto a qualsiasi comportamento che non rispetti i regolamenti e che vada contro i principi di sicurezza pubblica».
L'ex hotel dopo svariate vicissitudini, che avevano visto prima la chiusura e il successivo fallimento di una società guidata da imprenditori veneziani dopo averne promesso il rilancio in grande stile, era stato acquistato nei mesi scorsi da un fondo di investimento milanese.
Mortandello ha già fissato un incontro con la nuova proprietà, deciso a evitare che possano ripetersi per il Bertha i precedenti di degrado e danneggiamento subiti anche da altri stabilimenti del territorio. «Li convocherò la prossima settimana - ha preannunciato il sindaco - per fare in modo che venga garantita la sicurezza e soprattutto che venga impedito l'ingresso indiscriminato all'albergo chiuso. Da parte del Comune ci sarà pieno spirito di collaborazione, vista anche la volontà dichiarata del Fondo di investire in questa struttura per mantenerla a vocazione ricettiva».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci