L'imam alla messa in Duomo:
«Vi siamo vicini, siamo scioccati»

PER APPROFONDIRE: duomo, imam, messa, padova
I musulmani davanti al Duomo di Padova
PADOVA - «I musulmani sono uniti ai fratelli cristiani in prova di dolore. Siamo scioccati da quanto sta succedendo, da quanto è successo in Francia e in Germania. Manifestiamo la ferma opposizione contro questa eresia. Questo male che colpisce l'umanità, non una comunità o una religione. Colpisce tutti noi».
A dirlo l'imam Kamel Layacki, per la comunità islamica veneta, che ha partecipato, assieme a un gruppo di fedeli musulmani, alla messa in duomo a Padova. L'imam ha ricordato le ragioni dell'iniziativa di partecipare alla messa, come in altre città, proposta dalle comunità musulmane francesi e italiane. «Vogliamo portare - ha detto - un messaggio di vicinanza, di solidarietà e di ferma condanna di quanto sta succedendo e di quanto è successo in Francia e Germania».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 31 Luglio 2016, 12:07






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
L'imam alla messa in Duomo:
«Vi siamo vicini, siamo scioccati»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 73 commenti presenti
2016-08-02 08:25:42
per i creduloni cattolici và più che bene. boh
2016-08-01 16:39:17
I Mass Media creano le guerre di religione. Togliete le notizie e veìdrete che vivremo in pace. I Mass Media sono il male del mondo
2016-08-01 16:15:54
Fiocchi 2016-07-31 18:46:35. Lei dice: ''Chi lo avrebbe detto, solo una trentina di anni fa, che la Russia da atea diventasse una nazione che difende il cristianesimo... ''. Peccato che il Papa polacco, oggi santo, non l'abbia previsto: avrebbe evitato di osteggiare pesantemente la Teologia della liberazione, ideologia politico-teologica nata nel 1968 durante la riunione del Consiglio Episcopale Latinoamericano (CELAM) di Medellìn (Colombia). Nego' il suo appoggio persino all'allora vescovo Óscar Romero, oggi beato, per le sue idee troppo vicine a quelle della Teologia della liberazione. Saluti
2016-08-01 15:39:47
Fiocchi 2016-07-31 18:09:22. Su youtube ho trovato due filmati rivoluzionari sull’argomento, un altro dal titolo ''La riabilitazione di Galileo'' che parla della posizione di Papa Giovanni Paolo II e altri pro e contro. Quello pero' che mi ha più colpito ha per titolo: "La verità sul caso Galilei" (Lezioni di apologetica del prof. Corrado Gnerre), nel quale il prof afferma che la teoria eliocentrica . . . non faceva paura alla Chiesa Cattolica … Galileo Galilei ebbe un problema soprattutto legato alla filosofia della scienza . . . Galileo pretendendo di presentare l’eliocentrismo non come *ipotesi*, ma come una *tesi comprovata* rappresentava un atteggiamento *scientista e non scientifico*’’ e che ''Galileo non riusci' mai a dimostrare l'eliocentrismo . . .certo intui' bene che l'intuizione di Copernico era esatta . . '' e via di questo passo. Quindi era giusto diritto dell’inquisizione processarlo!! Sul video a fianco del prof. Corrado Gnerre si vede in primo piano una belle scultura della Vergine Maria che lo ascolta compiaciuta. Per sua fortuna Galileo abiuro', non cosi' il cattivissimo Giordano Bruno. Nel precedente commento mi sono dimenticato di farle notare che non si doveva versare il sangue del condannato perche' . . . era gia' stato abbondantemente versato durante la tortura. Erano tempi bui, come lo sono oggi quelli dove una o altre religioni la fanno ancora da padrone. Saluti.
2016-08-01 14:30:35
Continuate pure con queste carnevalate così siete sicuri di aver risolto tutto.