Gucci finanzia la ricerca di un vaccino anti Covid nel laboratorio di Crisanti

Mercoledì 20 Luglio 2022 di Mauro Giacon
La donazione di Gucci sarà utilizzata per la ricerca di un nuovo vaccino anti-Covid
1

PADOVA - Sono molte le persone, enti o associazioni che effettuano donazioni all’Università di Padova, una comunità di 69.431 studenti e 2.375 docenti. Vanno a supporto degli studenti, della ricerca, del patrimonio storico-artistico o delle iniziative culturali. Tanto è vero che l’Ateneo nel 2018 ha aperto un ufficio Fundraising dell’area comunicazione e marketing. Nel triennio 2019-2021 sono stati raccolti circa 4 milioni e 500mila euro con un impennata l’anno scorso dove la somma ha raggiunto i 2,5 milioni raddoppiando quella del 2020. Sono 1805 finora i donatori fra cui 112 fra enti e aziende. Il 36 per cento dona alla ricerca e il 33 per il patrimonio storico-artistico.

La donazione di Gucci

L’ultima iniziativa è stata approvata ieri, 19 luglio, dal consiglio di amministrazione. La società Guccio Gucci spa, dal nome del fondatore, con una lettera del 15 giugno ha manifestato la volontà di donare 463.374,83 euro a favore del dipartimento di Medicina molecolare diretto dal professor Andrea Crisanti. L’erogazione liberale si inserisce nel contesto di un Protocollo di collaborazione stipulato con il dipartimento della Protezione civile presso la presidenza del Consiglio dei Ministri e con il Commissario straordinario per l’attuazione e il coordinamento delle misure di contenimento e contrasto dell’emergenza epidemiologica Covid-19. Proprio per questo nel 2020 Intesa Sanpaolo spa ha messo gratuitamente a disposizione della Protezione Civile la propria piattaforma digitale di crowdfunding per avviare una raccolta fondi tra cittadini e imprese che intendessero contribuire al superamento della situazione di emergenza sanitaria. Guccio Gucci spa, tramite la piattaforma, ha messo a disposizione della Protezione Civile la somma complessiva di 1 milione di euro che è stata però utilizzata solo in parte. Dunque la società ha voluto destinare l’importo residuo, di 463.374,83 euro a favore dell’Università di Padova quale contributo alla realizzazione, da parte del Dipartimento di Medicina Molecolare, di uno studio pilota per lo sviluppo di un nuovo vaccino per il Covid-19. Il Dipartimento di medicina molecolare ha precisato che lo studio pilota prevede un budget di 600.000 euro. Dunque la differenza sarà cofinanziata con le donazioni ricevute a favore dei progetti di ricerca sul Covid-19 che vedono il professor Andrea Crisanti quale responsabile scientifico. L’importo di 463.374,83 euro donato da Gucci sarà versato da Intesa San Paolo spa sul conto corrente del Dipartimento stesso e dovrà essere rendicontato con cadenza bimestrale. La società donatrice è emanazione del marchio fiorentino fondato da Guccio Gucci, nato nel 1881 e scomparso nel 1953. Fondato nel 1921 a Firenze, Gucci è diventato un marchio di fama internazionale e un’icona della Dolce Vita. Per quanto riguarda i “donor” dell’Università il contributo di quasi mille fra loro, persone, aziende, associazioni, ha permesso di finanziare 8 assegni di ricerca e co-finanziare 8 progetti di ricerca in emergenza Covid.

Ultimo aggiornamento: 21 Luglio, 10:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci