Mamma Regeni: «Il Manifesto ha sbagliato, Giulio era solo un ricercatore»

PER APPROFONDIRE: egitto, giulio regeni, mamma, manifesto
Paola Deffendi Regeni
PADOVA  - Le mamme di Giulio Regeni e Valeria Solesin si sono incontrate oggi per la prima volta all'Università di Padova per inaugurare due aule studio intitolate ai loro figli. Nel corso della cerimonia Paola, la mamma di Giulio, ha ricordato la vicenda del figlio: «Siamo ancora nella fase dell'indagine e della ricerca di giustizia - ha detto -. Ci sono delle ambiguità che dobbiamo svelare, perché fanno parte di un iniziale processo di depistaggi che sta continuando e che dobbiamo sempre tenere d'occhio». Secondo la madre di Regeni, «molta stampa italiana aveva raccolto i depistaggi partiti dall'informazione egiziana e quindi ha contribuito a creare falsità su Giulio che hanno messo a rischio persone che erano in Egitto, amici suoi, italiani e non solo, facendone una figura che lui non era. Giulio ha sostenuto fino all'ultimo che era un ricercatore e quindi dire che era un giornalista del Manifesto ha creato un alone della sua figura che non è il suo».

Dopo aver precisato di non avere «nulla contro il giornale» in questione, Paola Deffendi Regeni ha chiarito che «Giulio aveva pubblicato un articolo sui sindacati e da qua il Manifesto si è appropriato di Giulio come giornalista. Questa è una cosa molto pesante e quindi mi sembra giusto chiarirla - ha concluso - così togliamo via il giornalista e ribadiamo che Giulio era un ricercatore».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 8 Ottobre 2018, 17:46






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Mamma Regeni: «Il Manifesto ha sbagliato, Giulio era solo un ricercatore»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 13 commenti presenti
2018-10-09 01:19:27
Se uno scrive un articolo per un giornale, e' facile che venga scambiato per un giornalista...
2018-10-11 09:21:14
come la sgrena ma se uno scrive su un manifesto diventa giornalista?
2018-10-09 00:09:36
e un sinistroide.
2018-10-08 22:37:40
Giulio Regeni ha MAI frequentato l'Universita' di Padova????? capisco se l'UNIVERSITA' DI CAMBRIDGE, della quale Regeni era ricercatore, facesse qualcosa... ma non ha fatto e fa NULLA, ...e mantiene come professoressa (che non rilascia interviste ed e' ancora "protetta dai genitori Regeni" colei che volle mandare Giulio al Cairo, nonostante LEI sapesse di tutti i RISCHI --di MORTE-- che Regeni correva)...e l'Universita' di Cambridge NON HA FATTO MAI NULLA, nonostante abbiano, secondo me, delle chiarissime RESPONSABILITA'...questa Univerisita' di Cambridge ha continuato a proteggere questa professoressa-o professore (l'advisor di Giulio Regeni) NONOSTANTE TUTTO il mondo accademico sappia che e' PROIBITO lasciare andare in giro per il mondo durante particolare date degli studenti o personale vario--- durante ricorrenze particolari -- e' proibito da ANNI da tutti le agenzie ed istituti -- dovunque in tutto il MONDO. L'Universita' di Cambridge o chi per questo istituto MAI fece quell'avviso, notificazione a Giulio Regeni (!!!!!!). Conclusione (secondo me): la morte di Giulio Regeni (condoglianze alla famiglia) ha piu' un taglio di MANCANZA dell'Universita' di Cambridge e della professoressa/professore...anche se non capisco ancora cosa ci faccia un'aula dedicata a Giulio Regeni all'Universita' di Padova......potrei dare una decina di altri nomi e studenti dell'Universita' di Padova che si sono distinti nel mondo (a parte Valeria Solesin, che e' morta nell'attentato al Bataclan del 13 Novembre 2015 da parte degli islamici integralisti e figli di privilegiati dal ns. sistema europeo). ...ma questi "storici dell'Universita' di Padova hanno una lista e delle situazione che la vita ha gettato ai loro studenti? Dubito molto.....a vedere queste dediche.
2018-10-08 22:31:09
Era anche comunista.......