Cittadella pronta alla corsa rosa: si parte per lo Zoncolan. E le vecchie glorie corrono il "mini"

Venerdì 21 Maggio 2021 di Michelangelo Cecchetto
Un passaggio del Giro d'Italia

CITTADELLA (Padova) - È iniziato il conto alla rovescia per la partenza vdella 14. tappa del Giro d'Italia, la Cittadella-Monte Zoncolan. Per la città murata è la prima volta dopo avere ospitato uno spettacolare arrivo nel 2008 dove trionfò il britannico Mark Cavendish.
In piazza Luigi Pierobon è stato allestito il palco sul quale giungeranno i corridori per la presentazione al pubblico e la firma di partenza. Vi arriveranno dal park di Villa Rina dove hanno trascorso la notte tutte le squadre. Per le norme anti-Covid saranno divisi dai tifosi che li potranno salutare comunque da vicino. Alle 11.30 il via, con andatura turistica, lungo via Roma, porta Bassano, Riva del Pasubio, Riva IV Novembre, Riva dell'Ospedale, Borgo Treviso e via Mejaniga, entrando poi a Galliera Veneta dove di fronte all'azienda sponsor Gastone Lago ci sarà il via dei 204 km di gara. Pochi chilometri in terra padovana, poche centinaia di metri sul territorio di Campagnalta di San Martino di Lupari per entrare nella Marca trevigiana.


Prima dei campioni, ecco in sella le vecchie glorie delle due ruote per il consueto mini Giro, con partenza ed arrivo a Cittadella. Appuntamento alle 8.30 di di fronte al patronato Pio X per Moser, Ballan, Bettini, Fodriest e Motta. Poi tutti nell'area hospitality Mediolanum attendendo il via della corsa.
Dalle 14 di oggi e fino al termine della manifestazione, in vigore divieti di sosta lungo il percorso e traffico completamente bloccato al passaggio della carovana. Da metà pomeriggio di domani la viabilità tornerà normale. Il centro storico sarà totalmente pedonalizzato.
Un Giro d'Italia che parla padovano anche nel senso del racconto della corsa. In moto a seguire i corridori ci sono gli ex colleghi Silvio Martinello e Massimo Ghirotto per Rai Radio Uno. In moto anche Stefano Rizzato che coglierà spigolature e curiosità trasferendole sul palco per arricchire il commento tecnico di Giada Borgato, padovana pure lei. Cittadellese è la modella Sofia Pivato che segue uno degli sponsor della manifestazione e quindi domani passerà sulle strade di casa.

EDUCAZIONE STRADALE
La corsa rosa è anche occasione per fare educazione. A Cittadella è allestita l'apposita area dell'Autombile club d'Italia che illustra la campagna #rispettiamoci, finalizzata a far prendere coscienza sulla sicurezza e sui comportamenti quotidiani degli automobilisti, dei ciclisti, dei pedoni e della micro-mobilità. Eloquenti i dati forniti. Nella provincia di Padova nel 2019, sono stati 2.830 gli incidenti con lesioni di cui 66 mortali. Di questi, 586 sono stati con una bicicletta (10 i decessi) e 237 con pedoni investiti (7 deceduti). A Cittadella si sono registrati 59 incidenti stradali con lesioni e 82 feriti.
Ultime ore anche per addobbare le vetrine su tutto il territorio. Un concorso premierà le tre più originali. A Galliera bellissimi gli addobbi del centro che sarà attraversato dalla corsa, a cominciare dal palazzo e dalla piazza municipale. Il Comune ha dato il buon esempio.
 

 

Ultimo aggiornamento: 22 Maggio, 17:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA