A Padova e a Vicenza il gelato costa di meno: quasi 3 euro di differenza rispetto alle altre grandi città

I prezzi in tutta Italia salgono anche per uno dei nostri dolci più famosi al mondo. A Padova la media più bassa

Domenica 11 Giugno 2023 di Enrico Scoccimarro
A Padova e a Vicenza il gelato costa di meno: quasi 3 euro di differenza rispetto alle altre grandi città

Gustare un gelato questa estate costerà di più in tutta Italia. Lo indicano i dati dell'associazione Consumerismo No profit, secondo i quali il prezzo medio dei gelati a maggio è aumentato del 22% rispetto allo scorso anno. La causa è nell'aumento del prezzo delle materie prime.

L'andamento dei listini registrato su tutto il territorio, sottolinea l'associazione, è estremamente diversificato: si va dalle punte più alte registrate a Firenze, mentre Padova, Vicenza e Siena hanno i prezzi più bassi.

Nelle due città venete il gelato costa meno di 5 euro al kg: la media si attesta a 4,55 euro a Padova, mentre a 4,68 a Vicenza (come a Siena), registrandole tra le città più economiche.

Firenze è la città con il prezzo più alto d'Italia, pari in media a 7,93 euro al kg (ma può arrivare a punte di 9,66 euro/kg), con un aumento del +34% rispetto allo scorso anno, quando si spendeva 5,91 euro per la stessa quantità di gelato. Vantano in Italia prezzi superiori ai 7 euro al kg Bolzano (7,20 euro), Ravenna (7,09 euro) e Milano (7,01 euro).

«Il prezzo medio dei gelati - afferma il presidente di Consumerismo No profit, Luigi Gabriele - ha registrato in Italia a maggio un incremento medio del +22% rispetto allo stesso periodo del 2022. A pesare sui listini di tale prodotto è l'incremento dei costi delle materie prime, dalle uova allo zucchero alla frutta, ma anche il caro-energia che determina aggravi dei costi di produzione. A crescere - prosegue il presidente - sono sia i prezzi dei gelati in vaschetta venduti presso i supermercati, sia i prodotti confezionati che si possono trovare nei bar, ma anche coni e coppette delle gelaterie stanno subendo sensibili rincari, al punto che a Roma un cono piccolo da due gusti supera anche i 4 euro nelle zone più turistiche».

Ultimo aggiornamento: 14:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci