Avances alle ambulanti per i permessi dei banchi, assessore si dimette

Mercoledì 14 Marzo 2018
Filippo de Rossi
42
CITTADELLA - La Guardia di finanza ha notificato in mattinata un avviso di garanzia per tentata concussione nei confronti dell’assessore al Commercio del comune di Cittadella, Filippo de Rossi, per tentata concussione. Due gli episodi contestati all’amministratore, nei confronti di altrettante giovani ambulanti, titolari di due banchi di cibo e dolciumi, alle quali, stando all'ipotesi avanzata, avrebbe promesso agevolazioni nella regolarizzazione della disposizione dei rispettivi banchi. In cambio avrebbe richiesto favori sessuali, facendo intendere alle due donne che avrebbero dovuto sottostare alle sue avances. Le due donne sono state sentite dal Pm, che ha firmato l’avviso di garanzia e fissato l’interrogatorio dell’indagato. La denuncia è stata presentata comunque da una sola delle due presunte vittime, ad un anno di distanza quasi dall'episodio contestato: nell'atto la donna ha fatto riferimento anche a comportamenti riguardanti la collega.

Filippo De Rossi, in seguito alle accuse e all'apertura dell'indagine su di lui, si è dimesso da assessore. «Ho deciso di dimettermi - ha detto De Rossi - per potermi difendere con più tranquillità». Tuttavia De Rossi, fa sapere il suo legale, «respinge tutte le accuse- Conosce effettivamente le due donne che lo hanno accusato, perché è in contatto con tutti i commercianti. Ma assolutamente respinge quanto dichiarato dalle due».

Secondo la denuncia, dunque, l'assessore avrebbe chiesto, in modo velato in un caso e più esplicito nell'altro, favori sessuali in cambio della regolarizzazione del permesso per posizionare le loro bancarelle. Il primo episodio risalirebbe all'autunno del 2016, il secondo al Natale dello stesso anno. Le due donne avevano in passato posizionato il loro banco in centro a Cittadella, pur non avendo permessi precisi. Si sono rivolte all'assessore De Rossi per essere regolarizzate ma, stando all'accusa, quando hanno respinto le avances, le loro domande avrebbero ricevuto risposta negativa. 

  Ultimo aggiornamento: 19:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA