Aggressione alla fiera di Arsego. Parcheggiano l'auto in zona vietata, lui glielo dice e viene pestato selvaggiamente dai due giostrai

Mercoledì 20 Ottobre 2021 di Cesare Arcolini
Aggressione alla fiera di Arsego
3

S.GIORGIO DELLE PERTICHE - Si è chiusa con numeri da record l'edizione numero 274 dell'antica fiera di Arsego. A fronte di oltre 150mila visitatori che si sono alternati all'interno degli stand nel weekend di festa non sono mancati gli inevitabili episodi incresciosi. A farne le spese è stato sabato pomeriggio un uomo di 57 anni di Milano. Quest'ultimo ha notato arrivare un'auto con due persone a bordo e lasciare la vettura in una zona interdetta al traffico veicolare. Con toni pacati ha chiesto al conducente di spostarla perché non si trovava in un'area adibita a parcheggio. La reazione è stata spropositata: i due sconosciuti sono scesi dal mezzo e dopo averlo offeso ripetutamente, gli hanno spaccato la faccia prima di defilarsi in tutta fretta. Il malcapitato è stato trasportato in ospedale dove è stato giudicato guaribile in 30 giorni. Dell'episodio sono stati messi al corrente i carabinieri della Compagnia di Cittadella presenti in massa all'evento fieristico insieme agli agenti della Polizia locale.


LE RICERCHE

L'altro giorno i militari dell'Arma della Radiomobile di Cittadella, dopo un'indagine lampo, attraverso la videosorveglianza e testimonianze raccolte, hanno identificato gli autori del pestaggio. Si tratta di R.F. di 22 e G.F. di 20 anni, giostrai residenti a Campo San Martino. Al termine delle formalità di rito sono stati denunciati in concorso per lesioni personali. Nei quattro giorni di fiera il sistema organizzativo della kermesse ha funzionato a meraviglia, con controlli serrati legati all'ordine pubblico, ma anche al rispetto delle restrizioni legate all'emergenza Coronavirus. Il sindaco Daniele Canella ha seguito momento per momento l'organizzazione della kermesse e il suo svolgimento, trovando consensi a trecentosessanta gradi sia tra i visitatori che tra gli ambulanti che hanno animato le giornate di festa. Un valore aggiunto alla kermesse è stato dato dalle condizioni meteo favorevoli. Tra gli eventi più apprezzati dai visitatori si registra il villaggio dedicato all'epoca medioevale dell'associazione Ars maercatorum e la fiera degli animali. Le attenzioni degli organizzatori, a cominciare dal sindaco Daniele Canella e il suo gruppo di lavoro, archiviata la fiera dei record, si stanno già concentrando per regalare il prossimo anno una nuova emozionante festa da dedicare alla comunità. Un evento, che dopo i drammi della pandemia, ha consentito di dare lavoro ad un migliaio di persone.

Ultimo aggiornamento: 10:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA