Porsche, Mercedes e le altre: da giovedì 5000 auto e moto d'epoca in mostra (e in vendita)

Martedì 20 Ottobre 2020 di Mauro Giacon
Alcune prestigiose auto d'epoca che saranno esposte alla Fiera di Padova dal 22 al 25 ottobre

PADOVA - La fiera sarà bellissima e del tutto sicura». Mario Baccaglini è l'organizzatore di Auto e moto d'epoca che si terrà dal 22 ottobre, giovedì, a domenica 25 ottobre, nel quartiere fieristico. Per Padova è La fiera dell'anno. Quella che di solito porta 130mila visitatori e fattura 4 milioni di euro riverberati per dieci dall'indotto di bar, alberghi e ristoranti in un raggio di 80 chilometri. Dentro, almeno 600 espositori, con 5mila macchine in vendita da tutt'Italia e dal mondo. Dal privato come dal restauratore. In più la presenza ufficiale di Case come Mercedes, Bentley e Bmw con le loro anteprime.
Arrivano compratori da Russia, Stati Uniti e Giappone. Per portarsi a casa le Alfa e le Ferrari d'un tempo, ma pure le Fiat 500 degli anni 70. E dal momento che la malattia non ha confini, basta raccontare quella del collezionista tedesco che volle informarsi dell'ora d'arrivo dell'espositore e gli comprò la macchina mentre varcava il cancello. Previsti anche i vip. Zucchero non manca mai. Visti aggirarsi in incognito lo scorso anno nell'immenso padiglione ricambi l'ex pilota di Formula 1 Jarno Trulli con in mano un carburatore e Piero Pelù.
IL PROTOCOLLO Sarà la prima grande kermesse italiana in epoca Covid. «Ma non si tratta di un azzardo. A noi le cose piace farle bene, ed è per questo che stiamo monitorando quotidianamente la situazione relativa all'emergenza sanitaria e stiamo mettendo a punto misure di sicurezza che permettano ad espositori e visitatori di godere della massima libertà di movimento e comportamento possibile. L'ultimo decreto ministeriale non ci ha escluso dalle manifestazioni interdette, quindi abbiamo messo in campo tutti gli accorgimenti del caso».
Esempio: «A parte i classici termoscanner all'ingresso, il biglietto on line e la sanificazione continua, in ogni padiglione ci saranno dagli addetti che distanzieranno le persone quando dovessero essere troppo vicine. Inoltre abbiamo allargato gli spazi dei corridoi dentro i padiglioni e faremo altri interventi in base all'eventuale evolversi della situazione nazionale ed internazionale».
Padova celebrerà le imprese sportive della Porsche. Per gli appassionati del marchio tedesco e non solo, Auto e Moto d'Epoca 2020 sarà un'edizione da ricordare. Mai si sono riuniti tanti modelli da competizione di tale levatura al Salone padovano. L'occasione è un anniversario da celebrare: nel 1970 Porsche trionfava a Le Mans, conquistando i primi tre posti con due 917 e una 908, oltre ad aggiudicarsi la coppa Gran Turismo, l'indice di resa energetica e l'indice di performance della rinomata gara francese.
L'INGEGNO ITALIANO Altre due mostre sono dedicate all'ingegno e alla tenacia italiani nella storia delle due e delle quattro ruote. Nel Padiglione 3, Aci storico, L'ordinario diventa straordinario: una selezione di marchi e modelli dell'Italia postbellica. Il tema da celebrare e la capacità, tutta italiana, di trasformare auto comuni in prestigiose fuoriserie e in bolidi da corsa grazie all'estro di artigiani eccezionali. Tra le auto esposte la Cisitalia D46 guidata da Tazio Nuvolari, il bisiluro Tarf 1 di Piero Taruffi, la Fiat 500 spider sport del 1949.
All'epopea delle moto sportive sarà dedicata l'altra mostra in programma. Con L'uomo che ha sconfitto i giganti la collezione delle moto dei miti di Genesio Bevilacqua fara il suo ingresso trionfale con circa 20 modelli eccezionali. La storia equella dell'Althea Racing, scuderia indipendente che ha saputo tenere testa alle piugrandi case motociclistiche laureandosi per cinque volte campione del Mondo nella categoria Superbike e Superstock.
LE NOVITÀ Mercedes-Benz è presente ufficialmente. La Classe S, da sempre punto di riferimento delle ammiraglie premium, dedica al Salone la sua anteprima assoluta per il pubblico europeo, dopo la show premiere al Salone di Pechino lo scorso settembre. Un'anteprima che offre l'opportunità di ripercorrere la storia del modello più rappresentativo della Casa di Stoccarda, anche attraverso un'esclusiva esposizione di oldtimer', selezionate insieme a Mercedes-Benz Registro Italia. Sempre parlando di grandi Case arriva a Padova il restyling del Suv Bentley. Innovativo design mozzafiato, prestazioni strabilianti e una serie di tecnologie all'avanguardia. Prima uscita ufficiale dopo il restyling. Infine ci sarà il lancio italiano della possente R 18, il top cruiser per eccellenza campione della tradizione Bmw.
LE MOTOCICLETTE Completano il quadro delle novità la prima partecipazione dell'Esercito italiano con le motociclette militari Indian, Guzzi Superalce 500, Bianchi 500 e Gilera Saturno. E l'anteprima della collezione Morbidelli salvata da Asi: oltre 30 marchi e 70 modelli dalle origini agli anni '50. L'Automotoclub storico italiano infatti ha rilevato 71 esemplari della preziosa Collezione Morbidelli di Pesaro, scongiurando la dispersione di un patrimonio che rappresenta l'evoluzione della motocicletta dalle origini agli anni '50 del 1900. Vedremo la rarissima Moto Rêve 275 del 1907 (la più antica della Collezione) la Benelli GP 4 250 Competizione del 1942 (unico esemplare al mondo) e la Benelli GP 175 usata nel 1934 dal pilota iridato Dorino Serafini, anch'egli di origini pesaresi come il campionissimo Valentino Rossi.

 

Ultimo aggiornamento: 21:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA