Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Fuochi di Ferragosto in Prato della Valle, musica e musei aperti: tutti gli appuntamenti

Concerto e spettacolo pirotecnico, atteso il pienone: schierati 150 agenti e militari. Musei gratis per i residenti

Domenica 14 Agosto 2022 di Nicoletta Cozza, Marina Lucchin
Fuochi in Prato della Valle (foto d'archivio)
2

PADOVA - Un piano-sicurezza così massiccio si spiega con l’altissima affluenza prevista: per il Ferragosto si attendono migliaia di persone in Prato, provenienti da tutto il padovano ma anche da fuori provincia. Parliamo senza dubbio dell’appuntamento-principe dell’estate cittadina: molto atteso tutti gli anni, soprattutto da chi questo mese rimane in città, lo è ancor di più in questo 2022 di “rinascita”, dopo lo stop a due edizioni a causa del Covid.

Unità antiterrorismo

Il piano-sicurezza organizzato dal tavolo tecnico della Questura per mettere a punto le misure da adottare in vista del fine settimana, e soprattutto del grande spettacolo serale, è gigante: 150 uomini delle forze dell’ordine impiegati, quasi una ventina di telecamere, nove posti di blocco, due ordinanze mirate (quella del questore e quella del comune). Attorno al questore Antonio Sbordone c’erano i funzionari di polizia, carabinieri, polizia locale, vigili del fuoco, esercito, guardia di finanza, Suem 118, settore lavori pubblici del Comune, AcegasApsAmga e organizzatori dell’evento. Il coordinamento generale dei servizi sarà affidato a un Primo Dirigente della polizia di Stato, che potrà avvalersi anche di unità specializzate antiterrorismo, artificieri, agenti in abiti civili e squadre di rinforzo dei Reparti Mobili e Battaglioni Mobili.

Le ordinanze

Saranno centocinquanta gli agenti delle forze dell’ordine impiegati. Per la circostanza è stata allestito un posto di comando avanzato sotto la Loggia Amulea dove confluiranno tutte le informazioni utili alla gestione dell’evento, sia per quanto attiene a profili di security, che a quelli di pubblico soccorso che vedranno l’impiego di squadre dei vigili del fuoco e personale sanitario, e tutte le immagini delle telecamere di videosorveglianza di Prato della Valle e delle vie che portano alla piazza. Ai varchi di accesso al Prato verranno svolti controlli di sicurezza anche per garantire l’osservanza degli specifici divieti di introduzione nella piazza di contenitori di vetro, bombolette spray di qualsiasi tipo, lattine, lanterne cinesi, droni, qualsiasi corpo contundente o oggetto pericoloso (se pioverà saranno vietati anche ombrelli con punte metalliche acuminate).

Fuochi e dj set

Lo spettacolo musicale in Prato inizierà alle 21. Sul palco, posizionato nel lobo di Santa Giustina, si alterneranno artisti dal calibro internazionale come Leony da Berlino e Kayma da Tel Aviv, cantanti da decine di milioni di visualizzazioni su Youtube che saranno un richiamo per il pubblico in particolare più giovane. La musica dal palco terminerà alle 23.30 per dare spazio allo spettacolo pirotecnico (durata 21 minuti) e riprenderà subito dopo mezzanotte con un dj set che accompagnerà il pubblico in attesa del deflusso.

Cultura e musei

Il Museo Eremitani (con le collezioni archeologiche, d’arte medioevale e moderna), Palazzo Zuckermann (arte applicata e il Bottacin dedicato alla numismatica) e Palazzo della Ragione oggi e domani apriranno dalle 9 alle 18. Il Museo del Risorgimento e dell’età contemporanea, al piano nobile dello Stabilimento Pedrocchi, sarà fruibile dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18. L’ingresso a tutte queste sedi è gratuito per i residenti a Padova e in provincia. La Cappella degli Scrovegni e gli altri 7 luoghi che fanno parte del sito Unesco “I cicli affrescati del XIV secolo di Padova” si potranno visitare con i consueti orari e con la possibilità di acquistare il biglietto unico “Urbs picta card” (info su www.cappelladegliscrovegni.it). La Casa del Petrarca, ad Arquà, sarà aperta ai visitatori dalle 9 alle 12.30, e dalle 15 alle 19.

Le mostre

Quanto alle mostre, nei Giardini dell’Arena romana è visitabile liberamente, con ingresso dal Museo Eremitani, la grande installazione di Antonio Ievolella “Fons Vitae”. A Palazzo Zuckermann, invece, è in corso “I colori del suono”, personale di Luciano Zambolin, che termina proprio domani. In Galleria Cavour si può vedere “Colors of emotions”, personale di Liana Degan (orario 17.30-21.30, ingresso gratuito). A Palazzo della Gran Guardia prosegue la collettiva “Il fiore e l’ineffabilità del tempo” (orario 9.30-12.30 e 15-18, ingresso gratuito). Le Scuderie di Palazzo Moroni ospitano la mostra collettiva tematica “30per10, arte ceramica contemporanea”, che omaggia i cicli affrescati del XIV secolo, inseriti nella World Heritage List dell’Unesco; orario 9.30-12.30 e 16-19. Nelle vetrine della Galleria Samonà in via Roma 57 è possibile ammirare la mostra “Tonirent”. La strada è la mia scuola” di Antonio Toffanin. In piazza Cavour, sul plateatico del Pedrocchi, lungo il Liston e davanti a Palazzo Moroni restano esposte le 4 grandi opere scultoree “Segni” di Paolo Bozzato, tra cui il “Lingotto”, che a breve verrà portato a Barcellona e diventerà il logo del Congresso Mondiale di Agronomia.

Ultimo aggiornamento: 16 Agosto, 00:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci