Dalle piante un farmaco contro l'infertilità: lo studio dell'Università di Padova

Sabato 25 Febbraio 2017
Dalle piante un farmaco contro l'infertilità: lo studio dell'Università di Padova

PADOVA -Dalle piante un farmaco contro l'infertilità. Cellule vegetali, infatti sono state indotte a produrre follitropina umana, utilizzata sia per stimolare l'ovulazione nella donna nei programmi di procreazione medicalmente assistita sia nei maschi per stimolare la produzione e la maturazione degli spermatozoi. È il risultato di uno studio coordinato dal Carlo Foresta, docente di endocrinologia università degli studi di Padova e condotto nella città veneta grazie a una collaborazione con l'azienda ABR-Active Botanicals Research. La ricerca è stata presentata al XXXII Convegno di medicina della riproduzione che si chiude oggi ad Abano.

Da molti anni la follitropina (Fsh) presente sul mercato - spiega una nota - viene ottenuta dall'estrazione e purificazione delle urine di donne in menopausa o attraverso la reingegnerizzazione di cellule di mammifero. I ricercatori di Padova, guidati da Foresta, hanno utilizzato la metodica del Dna ricombinante e, in collaborazione con Riccardo Calafiore e Giovanni Luca dell'università di Perugia, hanno lavorato su cellule vegetali di Nicotiana Benthamiana (una specie vegetale appartenente al genere del tabacco), bioingegnerizzate a questo scopo. 

Ultimo aggiornamento: 26 Febbraio, 12:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA