False cittadinanze, giro da 5 milioni: nella rete un parroco di Padova

PER APPROFONDIRE: cittadinanza, italiana, padova, parroco
800 false cittadinanze a 7000 euro  l'una: nella rete parroco di Padova
PADOVA - In soli tre giorni trasformavano circa un migliaio di brasiliani in cittadini italiani, al prezzo di 7000 euro in contanti, all inclusives. Le agenzie d´affari, gestite in nero dai brasiliani finiti in manette, erano diventate, in realtà, vere e proprie agenzie turistiche. Quindi non solo assistenza nelle pratiche per il rilascio della cittadinanza, ma anche escursioni sul lago Maggiore e degustazione dei prodotti locali, il tutto compreso nel pacchetto. 800 sono i cittadini brasiliani coinvolti, 7 quelli arrestati.

Sottoposto a obbligo di firma anche un parroco della Diocesi di Padova, reo di aver formato un certificato di battesimo falso, in cambio di danaro, per dimostrare la discendenza dall'avo italiano. Circa 1000 sono le cittadinanze italiane ottenute con l´inganno, per un giro d´affari stimato in oltre 5 milioni di euro. Sono questi i numeri che emergono dall´operazione "Super Santos", scattata stamattina tra Verbania e Novara e coordinata dalla locale Procura della Repubblica. Le indagini, durate oltre un anno, hanno smascherato un sodalizio criminale che induceva in errore i Pubblici Ufficiali delle Anagrafi, facendo apparire i brasiliani come residenti nei Comuni delle provincie di Verbania e Novara, per ottenere l´iscrizione nei relativi registri, necessaria a perfezionare la pratica di cittadinanza. Prima di lasciare l´Italia, i neoitaliani postavano su Facebook un selfie col passaporto comunitario in mano. Alle spalle, l´ingresso del Municipio dove erano fittiziamente residenti.

Davanti, il sogno, divenuto realtà, di raggiungere gli Stati Uniti e il Canada da cittadini comunitari. Mesi di conversazioni telefoniche intercettate anche in portoghese, numerosi appostamenti tra aeroporti e località di arrivo, centinaia di perquisizioni negli immobili dove alloggiavano i brasiliani hanno portato alla ribalta migliaia di pratiche di cittadinanza false, frutto dell´enorme business illecito messo in piedi dagli arrestati.

IL MINISTRO DELL'INTERNO.
«La pacchia finisce e per altri furbetti dei documenti facili. Altro che ius soli e cittadinanze in regalo, occorrono rispetto e controlli. Grazie ancora a Forze dell'ordine e inquirenti». Lo dice il ministro dell'Interno Matteo Salvini. 

LA DIOCESI DI PADOVA: «Abbiamo appreso che a un sacerdote della Diocesi di Padova è stata applicata una misura cautelare all’interno di un’indagine della Polizia, relativa a pratiche di cittadinanza illecite. Il coinvolgimento del sacerdote è inerente alla richiesta di un certificato di battesimo da parte di discendenti di italiani emigrati all’estero a fine Ottocento. Al momento non abbiamo alcun elemento per dubitare della buona fede del sacerdote e ci auguriamo che quanto prima sia chiarita la sua posizione in questa vicenda».

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 26 Marzo 2019, 10:17






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
False cittadinanze, giro da 5 milioni: nella rete un parroco di Padova
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 84 commenti presenti
2019-03-28 10:28:03
Strano (nemmeno tanto) ma vero, è la nostra Regione a favorire l'attribuzione della cittadinanza agli oriundi italiani. Che in Brasile sono circa il 13% della popolazione, oltre 27 milioni di persone. http://www.regione.veneto.it/web/rete-degli-urp-del-veneto/emigranti-veneti
2019-03-27 10:07:45
Poliziotto della Questura di Milano arrestato per corruzione: così "inventava" i permessi di soggiorno. Arrestato un poliziotto corrotto a Milano: così faceva i soldi coi permessi di soggiorno 'facili'. In manette un assistente capo di cinquanta anni. Ricercati sua moglie e un intermediario. (Milano Today - 26/02/2019)
2019-03-27 06:56:22
Stramaledetti,per la vostra ingordigia di potere e denaro in 20 avete rovinato e canibalizzato uno dei Paesi piu' belli e ricchi del mondo.Politici,statali ecc,ecc,ecc,ecc,fate ribrezzo!!!!
2019-03-26 23:32:00
La cittadinanza jure sanguinis ai discendenti dei trisavoli emigrati nelle Americhe illo tempore è una piaga che affligge gli uffici demografici di tutta Italia. E ne so qualcosa visto che anche a causa loro spreco un'enormita del mio tempo lavorativo trascurando le altre pratiche. Ho scritto più volte al ministero per lamentare questa piaga ma nessuna risposta. Sapeste che frustrazione buttare tempo e denaro per questi signori che dal Brasile vedono l'Italia come un bancomat per ottenere il passaporto comunitario.
2019-03-26 21:51:42
Mi suona molto come la storia dei brasiliani con sedicenti antenati bellunesi che si sentiva un anno fa più o meno, scoperto qualcosa al riguardo?