L'ex sindaco nei guai: ha raggirato
un'anziana per rubarle un terreno

Martedì 17 Febbraio 2015 di Marco Aldighieri
Francesco Corso
8
BAONE (PADOVA) - É incredibile quanto è capitato a una anziana di 89 anni residente a Baone in via Belvedere 11. Una vicenda molto complicata e che vede protagonisti in negativo, perchè iscritti nel registro degli indagati, l’ex sindaco di Baone Francesco Corso, l’ex assessore Gianni Ferraretto e la badante polacca Mariola Machnik.



Una storia dove l’anziana è stata derubata di un terreno e di svariati oggetti per migliaia e migliaia di euro, e dove i tre indagati devono rispondere a vario titolo dei reati di circonvenzione di incapace, furto e abbandono di persone incapaci.



IL FATTO - Il tutto risale al 17 dicembre del 2009 quando l’anziana, insieme al marito, ha venduto un terreno del valore di 60mila euro. Quei soldi, secondo l’accusa, i due anziani non li hanno mai visti e sempre secondo l’accusa, a convincere l’anziana proprietaria dell’appezzamento a vendere sarebbe stato Gianni Ferraretto che da tempo frequentava l’abitazione. Lo stesso che ha convinto nel gennaio del 2011 ad affidare la coppia di anziani alla badante polacca Mariola Machnik. Ferraretto che si era proposto come amministratore di sostegno della coppia, per poi lasciare spazio il 2 gennaio del 2012 all’ex sindaco di Baone Francesco Corso nominato dal Giudice tutelare.



IL FURTO - Ad aprile del 2013 Stefano Penzo si è accorto che nell’abitazione degli anziani genitori mancavano monili in oro e argenteria e si è recato dai carabinieri di Este. Così come aveva fatto in precedenza dopo la vendita del terreno di 60mila euro da parte della madre. E i militari hanno fatto scattare le indagini riscontrando che "...è emerso che l’anziana donna è stata plagiata dalla badante che parrebbe si stia approfittando della stessa".





Ultimo aggiornamento: 12:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA