Emanuele Piccolo, il ragazzo morto nell'incidente in moto. L'ultimo saluto del papà al figlio, quella carezza e le parole sussurrate all'orecchio

Il giovane è finito fuori strada, i sanitari hanno provato a rianimarlo per 40 minuti. Sul posto il papà e la sua compagna, distrutti dal dolore

Domenica 20 Novembre 2022 di Elisa Fais, Cesare Arcolini
Emanuele Piccolo, morto a 18 anni sulla moto di papà
6

CAMPOSAMPIERO - Il papà solleva il telo bianco quel tanto che basta per vedere ancora una volta il volto del suo ragazzo. Poi un'ultima carezza, qualche parola sussurrata all'orecchio. Nicola Piccolo, straziato dal dolore, saluta così il suo unico figlio: in ginocchio sull'asfalto. Emanuele Piccolo è morto a soli 18 anni, tradito dalla sua amata moto Kawasaki, mentre stava andando alla partita di calcio con la squadra Us Torre. A distanza di 24 ore un altro incidente stradale mortale sconvolge i paesi dell'alta padovana. Dopo il caso di venerdì di Santa Giustina in Colle che è costato la vita a Leonardo Carpin di 28 anni, ieri attorno alle 14 in via Cornara a Villanova di Camposampiero è morto Emanuele Piccolo, mentre si trovava in sella di una Kawasaki intestata al papà. Il giovane Emanuele frequentava l'Istituto professionale Ponti Levi di Mirano, paese dove abitava fino a circa 10 anni fa, prima di trasferirsi a Villanova.

Incidente in moto, morto Emanuele Piccolo

Secondo quanto ricostruito dagli agenti della Polizia locale della Federazione del Camposampierese, giunta sul posto con tre pattuglie coordinate dal vicecomandante Filippo Colombara, il ragazzo dopo essere uscito di casa in via Martiri della Resistenza, ha imboccato via Cornara. Con tutta probabilità stava procedendo a velocità sostenuta. Nel portabagagli aveva la borsa da calcio. Ad un tratto, all'altezza di una semicurva, la sua moto ha perso aderenza dall'asfalto e il motociclista è stato disarcionato ed è ricaduto sull'asfalto rovinosamente. La moto ormai fuori controllo ha percorso qualche decina di metri prima di andare a sbattere contro un albero presente nel fossato che scorre lungo la carreggiata. Alcuni testimoni hanno subito capito che era accaduto qualcosa di grave. Il corpo di Emanuele giaceva a terra immobile. In pochi minuti sul luogo dell'ennesima tragedia della strada sono arrivati i sanitari del Suem 118 e l'elisoccorso. I pompieri arrivati dal distaccamento volontario di Borgoricco hanno collaborato con il personale del Suem portando in strada il giovane 18enne, che è stato a lungo rianimato anche dal personale intanto arrivato anche con l'elisoccorso. Per quaranta minuti i sanitari hanno tentato di rianimarlo, mentre il papà Nicola pregava poco distante che si riprendesse. Alla fine anche i sanitari si sono dovuti arrendere e constatare l'avvenuto decesso.

 

Le cause dello schianto

Nel corso dei rilievi gli agenti, coordinati dal pubblico ministero di turno Roberto D'Angelo, hanno sentito alcuni testimoni e fin da subito hanno escluso la complicità di terzi all'origine dell'accaduto. Il ragazzo con tutta probabilità potrebbe essere rimasto vittima di un'improvvisa distrazione e in velocità non è stato più in grado di tenere in asse la moto. Non appena è giunto il nullaosta della magistratura la salma è stata trasferita all'istituto di Medicina legale. Sono poi arrivati anche i Vigili del fuoco che hanno contribuito alle operazioni di messa in sicurezza e a riportare sulla sede stradale la moto incidentata.

Il dolore della famiglia

Sul luogo della tragedia accanto al padre di Emanuele, che lavora in un negozio di alimentari, c'è sempre stata la compagna convivente. La mamma della giovane vittima è morta una decina di anni fa per cause naturali. In via Cornara sono giunti anche diversi amici del ragazzo, tutti visibilmente commossi e sotto choc. É arrivato anche il sindaco di Villanova, Cristian Bottaro: «Non è facile commentare una tragedia di questa portata. A nome di tutta l'amministrazione comunale trasmetto la mia vicinanza al papà del ragazzo, ricordandogli che le porte del municipio saranno sempre aperte per qualsiasi necessità». E ancora: «Non ci si abitua mai a queste situazioni. Un dolore enorme che ha sconvolto l'intera comunità di Murelle e più in generale di tutta Villanova». 

Video

Ultimo aggiornamento: 21 Novembre, 10:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci