Droga dalla Colombia in Veneto: arrestati in Calabria 3 veneti: anche un ex Mala del Brenta

Giovedì 13 Giugno 2019
Antonio Maniero
31

 I carabinieri del Ros, coordinati dalla direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria e con la collaborazione della polizia colombiana, olandese e la gendarmeria francese, hanno disarticolato un'associazione criminale dedita al narcotraffico e riconducibile alla 'ndrangheta reggina.

La droga veniva importata dalla Colombia e dall'Ecuador, attraverso gli scali portuali di Anversa, Rotterdam e Gioia Tauro, oltre che tramite trasporti su gomma, per poi essere destinata alla vendita nel nord Europa, in Canada e in Italia, in particolare in Lombardia e Veneto. Nella notra regione arrestati: Antonio Maniero, 64 anni, di Piove di Sacco e domiciliato a Camponogara; Antonio Bastianello, 62 anni, di Brugine; Ferdinando Scremin, 59 anni, di Cittadella. Il primo - che nonostante il cognome non è parente di Felice Maniero - era stato già arrestato a fine anni Novanta nell'operazione Rialto che smantellò la mala del  Brenta.

Nel corso dell'attività investigativa sono stati sequestrati centinaia di chilogrammi di stupefacenti e arrestati due latitanti italiani che avevano trovato rifugio in Colombia. I dettagli dell'operazione saranno illustrati in una conferenza stampa che si terrà alle 11 nella sede del comando provinciale dei carabinieri di Reggio Calabria.

Ultimo aggiornamento: 16:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA