Contagi e quarantene tra i dipendenti Etra, raccolta rifiuti a rischio

Sabato 22 Gennaio 2022 di Michelangelo Cecchetto
Possibili nelle prossime settimane ritardi nella raccolta dei rifiuti per i comuni serviti da Etra, che ha problemi di personale con le assenze dovute ai contagi

CITTADELLA - La multiutility Etra SpA colpita da molte assenze di personale a causa del Coronavirus, ha avvisato i sindaci che in questi giorni si potrebbero verificare dei disservizi nell’ordinaria calendarizzazione della raccolta dei rifiuti, non dovuti quindi ad altri motivi se non a quello dell’operatività non del cento per cento degli addetti a questo importante servizio.
«Abbiamo messo in atto tutto quanto è nelle nostre possibilità per ridurre gli eventuali disagi al minimo per i cittadini-utenti - spiega Flavio Frasson presidente del Consiglio di Gestione di Etra - Sono stati avvisati i Comuni che sono i soci, i proprietari di Etra, affinchè non ci siano fraintendimenti e perchè a loro volta avvisino i cittadini».


LE DIFFICOLTÁ
Quindi se in qualche domicilio oppure via o zona non dovesse essere raccolta la frazione di rifiuto come indica il calendario, è immediato il motivo e la società cercherà di porvi rimedio quanto prima. «Ovviamente speriamo non ci siano disservizi - continua il presidente di Etra - laddove dovessero verificarsi cercheremo di provvedere nel più breve tempo possibile. C’è questa probabilità di potenziale disagio e per la massima trasparenza ne abbiamo dato informazione».
Etra non è stata a guardare ovviamente. Sempre Frasson: «Aabbiamo messo in atto tutte le misure possibili per far fronte alla situazione di assenze. I dipendenti in ferie sono stati fatti rientrare, abbiamo autorizzato gli straordinari per tutti coloro che hanno dato la disponibilità agli stessi, purtroppo le defezioni sono molte, non solo in questo settore, ma anche nell’area amministrativa».


IL CONTAGIO
Dipendenti effettivamente colpiti dal Covid-19, ma non pochi anche in isolamento fiduciario perchè venuti a contatto con un positivo e che attendono di rientrare in base all’esito del tampone effettuato. Una situazione questa molto diffusa, che sta diventando un problema nel problema in moltissimi settori economici. Tanto più incisiva quando coinvolge un’imprsa di servizi qual è Etra.
Ovviamente la presidenza e dirigenza di Etra spera non si verifichino disservizi o che siano contenuti, auspica la comprensione e soprattutto la collaborazione dei cittadini. Quindi in alcune zone la raccolta della frazione potrebbe avvenire in un orario diverso da quello ordinario, o potrebbe capitare anche non avvenisse. In questo caso, seppur remoto, una segnalazione agli uffici rende il lavoro di raccolta più facile.
Sono 64 le municipalità nelle quali Etra opera il servizio di asporto rifiuti, 73 quelle dove c’è la gestione del servizio idrico, ed i Comuni soci sono in totale 75 per 604 mila residenti tra le province di Padova, Vicenza e Treviso. Attenzione al pubblico ma anche ai dipendenti.
Pochi giorni fa è stata sottoscritta una polizza prevede un’articolata protezione in caso di convalescenza, malattia o ricovero a causa del contagio dal Covid-19, e per reazione avversa da vaccino anti Covid-19 entro 30 giorni con ricovero. Copertura estensibile gratuitamente anche ai familiari. In caso di necessità è attivo dal lunedì al venerdì, 8-20, il numero verde 800247842.

 

Ultimo aggiornamento: 10:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci