Crisanti: «Terza dose entro due o tre mesi per più persone possibile. Discoteche, va bene provare, era meglio riaprirle al 30%»

Venerdì 8 Ottobre 2021
Il virologo Andrea Crisanti

PADOVA - «Io ho già fatto la terza dose, a Padova, la scorsa settimana» ha spiegato a 'Un giorno da pecora', su Rai Radio1, il virologo Andrea Crisanti ribadendo la sua teoria secondo cui «dobbiamo fare la terza dose del vaccino entro due o tre mesi, sistematicamente, a quante più persone possibili» perché «la protezione dura sei o sette mesi dalla seconda dose» e se non la si fa rischiamo di ritrovarci a breve come l'Inghilterra che, secndo lo scienziato, sta pagando lo scotto di essersi vaccinata prima di noi perdendo quindi prima gli effetti protettivi del vaccino.

Quanto al via libera alla riapertura delle discoteche con una capienza del 50% al chiuso, Crisanti resta freddo: «Sono l'ambiente migliore per favorire la trasmissione - ricorda - ma vediamo come va, potenzialmente si può fare una prova, visto che la trasmissione ora è bassa. Certo - ha concluso - sarebbe stato meglio riaprirle al 30%».

 

Ultimo aggiornamento: 19:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA