Fase 2. Legambiente: «La bicicletta favorirà la ripresa delle città»

Domenica 26 Aprile 2020
LEGAMBIENTE Per la fase 2 sarà fondamentale l'uso della bicicletta

PADOVA - Partiamo dalle biciclette. «Per gestire la convivenza con il coronavirus e per far ripartire le città servono soluzioni innovative. È ormai chiaro a tutti – dichiara Lucio Passi, responsabile politiche ant’inquinamento di Legambiente – che non sarà possibile tornare al vecchio modello di città. Legambiente Padova sollecita l'Amministrazione a nuove visioni di futuro, a partire dalla mobilità, per la quale vanno pensate soluzioni che non abbiano effetti ambientali collaterali negativi».
«Purtroppo – continua l'esponente di Legambiente - i mezzi pubblici nei prossimi mesi trasporteranno meno passeggeri per rispettare il di stanziamento sociale. In questo contesto, la mobilità va ripensata per evitare che l'auto sia vista dai cittadini come l'unica soluzione per proteggersi dal virus e in questa prospettiva è necessario ricalibrare il Piano urbano mobilità sostenibile (Pums). Sin da subito Legambiente offre un contributo sulla ciclabilità: infatti la bici è il mezzo che permette il migliore distanziamento sociale, tanto che l'OMS stessa la caldeggia come mezzo di trasporto in questa fase. Secondo i dati forniti dal Pums gli spostamenti effettuati in bicicletta sono attualmente il 21% ma è possibile aumentarli del 50% in breve tempo e senza investimenti faraonici».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA