Un gemellaggio tra Vo' e Padova all'insegna del vino e dell'olio

Domenica 31 Maggio 2020 di Nicoletta Cozza
IL BRINDISI Un gemellaggio tra Vo' e Padova per rilanciare il territorio
PADOVA/VO' - Un gemellaggio a tutti gli effetti. Anche se a sottoscrivere questa metaforica alleanza sono due realtà ubicate a poca distanza. Padova e Vo', infatti, sono protagoniste di un'operazione di rilancio del territorio collinare che inizia dall'ex cluster e finisce nel cuore del capoluogo, cioè nelle Piazze. Ieri l'assessore al Commercio Antonio Bressa, il vice presidente della Provincia Vincenzo Gottardo e il sindaco di Vo' Giuliano Martini, per concordare iniziative e strategie si sono dati appuntamento Sotto il Salone, nel punto vendita in cui l'imprenditrice Giovanna Strazzacappa da una settimana ha deciso di mettere in vendita vini e olio prodotti nell'ex zona rossa. Un obiettivo ambizioso, a cui ha iniziato a lavorare già durante il lockdown che ha trascorso nel paesino degli Euganei dove è nata, visitando numerose imprese vitivinicole.
PERCORSI
Diverse le proposte di cui si è discusso ieri. Per esempio, l'attivazione di percorsi enogastronomici sui Colli e iniziative per far sì che chi viene a visitare il capoluogo si sposti poi anche nella zona degli Euganei, così come coloro che pernottano sui Colli, siano incentivati a visitare pure Padova. Il concetto è stato sintetizzato dalla stessa Strazzacappa, la quale ha rimarcato agli amministratori presenti la convinzione che si tratti di un progetto valido. «Ho presentato la mia idea - ha sottolineato - che è quella di mostrare ai padovani e ai turisti che arrivano nel cuore della città che cos'è esattamente Vo', perché nell'immaginario collettivo ora lo si associa immediatamente al Covid 19, essendo stato il primo centro europeo della pandemia. Oggi non è più così, anzi è uno dei siti più sicuri che esistano. La gente ora deve conoscere quello splendido territorio, e il vino e l'olio che lì vengono prodotti. Ho effettuato anche una ricerca storica sul mio paesino e chi entra nel negozio Sotto il Salone, dove la porta è sempre aperta, può vedere le immagini di un tempo. Allora, come oggi, Vo' è la città del vino».
COMUNE
Soddisfazione ha esternato l'assessore Bressa per la presenza dei prodotti dei Colli Sotto il Salone. «Questa - ha osservato - è l'ennesima prova di quanto positiva sia l'alleanza tra città e provincia di cui abbiamo avuto prova pure nel corso di rassegne come Sapori d'autunno, e che si basa proprio sulla valorizzazione dei prodotti enogastronomici dei Colli nel cuore della città. Oggi abbiamo il desiderio di lasciarci alle spalle la fase più tragica causata dal Coronavirus: stiamo ripartendo con prudenza, ma anche con un pizzico di spensieratezza che adesso possiamo permetterci. Ed è simbolico, oltre che positivo che la ripresa inizi anche da questa fratellanza, sancita dai vini di grande qualità che arrivano da Vo'».
«Non c'è dubbio - ha aggiunto Gottardo - che Vo' sia una realtà significativa in questo ambito. E i numeri lo confermano. Nei 20 chilometri quadrati dove vivono 3.300 abitanti, ci sono 10 agriturismi, 16 ristoranti, 220 aziende agricole e alla Cantina Sociale conferiscono l'uva 467 produttori, che coltivano la vite su 650 ettari. Non è un caso, quindi, che il 40% dei vini dei Colli arrivi proprio da Vo'. Questa comunità oggi ha una grande voglia di riscattarsi e di dare al suo territorio, più martoriato degli altri dal Covid, l'opportunità di essere di nuovo protagonista in ambito enogastronomico». «Le imprese vitivinicole - ha aggiunto - che mandano i loro vini in tutto il mondo, quindi, cominciano a guardare al futuro dal cuore pulsante di Padova». © RIPRODUZIONE RISERVATA