Un documento scaduto: «E sono
diventato un cittadino fantasma»

Mercoledì 25 Ottobre 2017 di Camilla Bovo
12
MONSELICE - Un documento scaduto e l’impossibilità di rinnovarlo. Comincia così il dramma di Daniele Sinigaglia, 41enne originario di Arquà Petrarca, senza un lavoro, una casa e soprattutto senza identità. Sì, perché per la burocrazia è come se  non esistesse.

Il 41enne, costretto oggi a vivere dove capita, prova a spiegare i contorni di questa vicenda, che parte da lontano. E più precisamente dal 1999, quando la vita di Daniele ha subito un colpo devastante. Allora 23enne, stava guidando la propria auto, sulla quale erano saliti altri tre ragazzi, quando andò a schiantarsi contro un albero. Uno dei passeggeri, il ventenne Denis Paolino, morì. «Dopo l’incidente ho vissuto un periodo molto difficile, non riuscivo ad accettare quello che era successo»...


  Ultimo aggiornamento: 08:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA