Il presidente Bolsonaro cittadino onorario e in visita dopo il G20, scoppia la protesta

Lunedì 25 Ottobre 2021 di Redazione Web
Le proteste dell'opposizione
9

PADOVA  - Il presidente del Brasile, Jair Messias Bolsonaro, è diventato cittadino onorario di Anguillara (Padova). Oggi pomeriggio - 25 ottobre - il consiglio comunale ha approvato la delibera di conferimento del riconoscimento, promossa dal sindaco Alessandra Buoso, grazie al voto favorevole di 9 consiglieri di maggioranza e nonostante l'uscita dall'aula di uno dei 4 consiglieri d'opposizione presenti e del voto contrario degli altri 3.
«Nel 2018 sono state condotte delle ricerche sulle sue origini - ha detto il sindaco Buoso - ed è stato riscontrato che fondavano ad Anguillara. Così è iniziato un percorso finalizzato a far giungere al presidente la stima nei suoi confronti e l'invito a venire tra noi». C'è chi dice, ma non ci sono conferme, che dopo la partecipazione al G20 di Roma il 30 e il 31 ottobre, l'1 novembre Bolsonaro potrebbe giungere ad Anguillara.


L'annuncio che il Comune avrebbe dato la cittadinanza al presidente del Brasile ha scatenato, nei giorni scorsi, delle polemiche alle quali il sindaco Alessandra Buoso ha replicato rilevando che la proposta «parte da molto lontano, La cittadinanza è di fatto conferita al presidente quale delegato di un popolo, eletto democraticamente dal suo popolo che ora rappresenta, ma simbolicamente è conferita ad una intera nazione, il Brasile».

Perché la cittadinanza onoraria a Bolsonaro?

«Una scelta di cuore travisata e manipolata, io non ho nessuna appartenenza politica» Padova, 26 ott. (Adnkronos) - «La cittadinanza onoraria è stata data a Bolsonaro, in quanto presidente del Brasile, ma non è ad personam. Non ha niente a che vedere con il presidente come persona, ma solo come rappresentante del popolo, anzi è data agli italiani in Brasile. Ma, per legge non si può dare la cittadinanza onoraria ad un popolo, bisogna darla ad una persona. Non c'è nulla di politico, è stata una scelta di cuore. Purtroppo è stata travisata e manipolata politicamente». Così all'Adnkronos la sindaca di Anguillara Veneta, Alessandra Buoso, replica alle critiche arrivate da più parti per la decisione del consiglio comunale di conferire la cittadinanza onoraria al presidente brasiliano che ha dei bisnonni emigrati nel paese sudamericano alla fine dell'800.   Il primo cittadino di Anguillara Veneta ci tiene a smentire «le notizie che mi danno come leghista. Non ho una tessera politica e non l'ho mai avuta: certo i rappresentanti della Lega sono in consiglio comunale, ma io non ho alcuna appartenenza politica». 

Ultimo aggiornamento: 26 Ottobre, 13:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA