Padova. Lavori in 48 case popolari, 21 famiglie vengono trasferite

Venerdì 7 Ottobre 2022 di Alberto Rodighiero
Padova. Lavori in 48 case popolari, 21 famiglie vengono trasferite

PADOVA - Al via la ristrutturazione di 48 alloggi popolari al Portello e, a breve, 21 famiglie dovranno trasferirsi per consentire l'intervento. Ad annuncialo è stata ieri l'assessore alla casa Francesca Benciolini. «Entro l'inizio del 2023 ha spiegato inizieranno i lavori ristrutturazione che dureranno circa 20 mesi e che interesseranno due palazzine di proprietà comunale in via Stella nel quartiere Portello. Sarà completamente rinnovata l'impiantistica e saranno rifatti i bagni degli alloggi». L'intervento, che fino a ora ha riguardato gli appartamenti che man mano si sono liberati, a breve dovrebbe ristrutturare anche 21 alloggi che sono ancora abitati.


IL COMUNE
«Abbiano già incontrato le famiglie che dovranno trasferirsi temporaneamente in altri appartamenti pubblici presenti in città ha aggiunto Benciolini e i primi traslochi sono già iniziati. Chi lo vorrà, potrà tornare nella sua abitazione a lavori finiti». Complessivamente l'intervento sarà finanziato con 2 milioni di euro. «Una volta chiuso il cantiere ha continuato una parte degli alloggi sarà restituita ai legittimi assegnatari, il resto sarà assegnata tramite graduatoria».


LA GRADUATORIA
L'altro giorno, intanto, il Comune ha pubblicato la graduatoria definitiva per l'assegnazione degli alloggi popolari e le domande accolte sono state 1.348. «Continua l'impegno della nostra amministrazione per mettere a disposizione sempre più alloggi in favore di chi ne ha necessità ha detto ancora Benciolini Grazie al bando del 2019, 343 nuclei familiari sono riusciti ad ottenere una nuova abitazione. Le domande, in quel caso, erano state 1.500». «Sullo sfondo rimane sempre il solito problema: molti alloggi sono liberi, ma per essere utilizzati hanno bisogno di restauri ha aggiunto se ci fossero i fondi necessari saremo in grado di dare una risposta molto più importante». «Giusto per dare qualche numero, 186 sono attualmente gli alloggi sfitti nelle disponibilità del Comune che devono essere ristrutturati e per circa 50 di questi ci sono i finanziamenti per far partire i lavori ha concluso poi l'assessora - Si attendono nuovi bandi per recuperare ulteriori risorse. Nel frattempo c'è comunque la fisiologica restituzione di alloggi e ci sono nuovi subentri, quindi la situazione è in movimento. Bisogna poi tenere conto che degli appartamenti assegnati grazie alla graduatoria 2/3 sono quelli di proprietà dell'Ater e 1/3 fanno capo agli alloggi di proprietà comunale». Mediamente ogni anno vengono assegnati dai 150 ai 200 alloggi.

Ultimo aggiornamento: 18:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci