Villa del Conte. Gioco folle degli adolescenti: il cartello stradale gettato in mezzo alla strada

Sabato 26 Giugno 2021 di Cesare Arcolini
Villa del Conte. Gioco folle degli adolescenti: il cartello stradale gettato in mezzo alla strada
1

VILLA DEL CONTE (PADOVA) - Un gesto sconsiderato di un manipolo di adolescenti ha rischiato di provocare una tragedia. La scorsa notte in via Braida ad Abbazia Pisani qualche irresponsabile ha sradicato un cartello della segnaletica stradale dal terreno e poi lo ha adagiato in mezzo alla careggiata. «L'allarme nel cuore della notte - racconta il sindaco Antonella Argenti - mi è arrivato da un cittadino che stava ritornando dal lavoro. Mi ha raccontato che fortunatamente stava procedendo a velocità moderata altrimenti l'atto vandalico avrebbe potuto avere conseguenze ben più gravi. Se fosse passato qualcuno in moto poteva davvero scapparci il morto».


ESAME DI COSCIENZA
L'ostacolo sulla strada è stato prontamente rimosso e la Polizia locale della Federazione del Camposampierese ha subito attivato le indagini per risalire ai colpevoli. «Ho in mano - sottolinea Argenti - prove importanti che ricondurrebbero ad un gruppo di ragazzini del paese. Nelle prossime ore verranno identificati e convocati in caserma con le rispettive famiglie. Oltre al pagamento dei danni per il cartello divelto, rischiano una denuncia penale». Il pensiero del primo cittadino è rivolto ai nuclei familiari nei quali crescono questi giovani: «Invito tutti i genitori che hanno figli in età adolescenziale a farsi un grosso esame di coscienza. È inutile accollare colpe alle istituzioni, alla scuola, alla società, se poi proprio coloro che dovrebbero impartire i rudimenti di educazione e le più elementari regole di senso civico latitano paurosamente».


MICROCRIMINALITÁ
Ma non è tutto. Ieri mattina Argenti e l'assessore alla Sicurezza Davide Pastorello si sono ritrovati in municipio per un incontro urgente legato alla microcriminalità che sta crescendo paurosamente in paese. In piazza Pio X qualcuno ha devastato diversi cartelli stradali e ha pure danneggiato le panchine, compresa quella rossa dedicata alla lotta contro la violenza sulle donne. Senza pensare ai rifiuti lasciati ovunque nelle aree pubbliche. «I danneggiamenti - conclude il sindaco - sono accaduti nelle ultime ore, ma non abbiamo al momento prove che ad agire sia stata la medesima banda di baby bulli che ha operato in via Braida. Faremo tutti gli accertamenti del caso. È vergognoso che ragazzini che dovrebbero pensare solo a divertirsi in maniera costruttiva e ad impiegare le serate estive per progetti di spessore, si lascino andare a situazioni così degradanti che oltre a creare un danno economico rischiano anche di mettere a repentaglio la vita dei fruitori della strada». In paese gli ultimi episodi avvenuti hanno fatto salire a livello di guardia la soglia di attenzione. Il Comune, in tal senso, ha già fatto sapere che a stretto giro verrà ulteriormente implementato il sistema di videosorveglianza.

Ultimo aggiornamento: 11:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA