Cane poliziotto fiuta la marjiuana e porta gli agenti al nascondiglio

Giovedì 21 Maggio 2020
Le pattuglie dell'Antidroga in azione con il supporto del cane addestrato

PADOVA - L'olfatto del cane, dopo mesi di addestramento a fiutare nell'aria la presenza di droghe anche ben nascoste, ha condotto le “linci“ della Questura di Padova al nascondiglio dei panetti di marjiuana e all'arresto di un africano già noto alle forze dell'ordine per reati legati allo spaccio di droga. L’operazione è stata condotta dagli equipaggi Antidroga della Polizia di Stato a seguito di appostamenti effettuati nei giorni precedenti nel quartiere Arcella e nel corso dei quali era stato più volte notato un giovane africano che era solito recarsi in bicicletta nei pressi di una passerella pedonale frequentata da soggetti notoriamente dediti allo spaccio. I loschi figuri si intrattenevano brevemente, prima di allontanarsi in direzioni diverse.

Ipotizzando che il soggetto potesse svolgere il ruolo di fornitore per altri pusher o vendere direttamente la droga ai consumatori finali, i poliziotti, dopo aver notato per l'ennesima volta il giovane sul solito sentiero pedonale, lo hanno pedinato fino ad un condominio di via Buonarroti, al civico 233. Nel cortile dello stabile lo hanno quindi bloccato e si sono fatti condurre ad un appartamento, nel quale il cittadino nigeriano era ospitato da una famiglia di connazionali. Qui, facendo entrare in azione il cane addestrato recentemente proprio per questo scopo, e che già nelle scorse settimane aveva permesso di individuare in città vari quantitativi di marijuana e cocaina, pur racchiusi in involucri e nascosti in aree verdi e altri nascondigli, l'operazione si è conclusa con il ritrovamento di ventidue involucri che contenevano complessivamente 250 grammi di majiuana, pronta per essere rivenduta. L'uomo, Pedro Abure, ventunenne cittadino nigeriano in attesa di permesso di soggiorno per motivi commerciali, era in possesso anche di 895 euro, ritenuti provento dell’attività di spaccio ed è stato tratto in arresto.

Ultimo aggiornamento: 17:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA