Maratona in bici da Padova a Jesolo, così Lorenzo celebra la sua vittoria contro il cancro

Mercoledì 7 Luglio 2021
Lorenzo Rama

VICENZA - Da casa sua al mare, e ritorno, respirando a pieni polmoni il profumo della rinascita. Quella
rinascita che ha vissuto lui, colpito due anni fa da un sarcoma, preso in cura all'Istituto Oncologico Veneto di Padova, sottoposto a intervento chirurgico, radioterapia, e oggi guarito. Lorenzo Rama, 22 anni, originario di Dueville, percorrerà 250 chilometri in bicicletta in un viaggio del cuore e nel cuore del Veneto, toccando Vicenza, Treviso, Jesolo e Sottomarina, ritorno per Padova, sede dello Iov. Un giro di entroterra e laguna in cinque giorni e altrettante tappe, accompagnato dall'amico e compaesano Samuele Benetti, partenza il 17 luglio da Dueville. L'evento «In bicicletta per lo Iov» intende sensibilizzare alla ricerca e raccogliere fondi.

«Ho deciso di far partire questa iniziativa perchè sono stato un paziente oncologico, sottoposto a intervento chirurgico e a successiva radioterapia. Proprio in quel periodo difficile - racconta Lorenzo - ho capito che c'è tanto bisogno, ho sentitotanta sofferenza, io stesso ho sofferto. La mia 'maratona su due ruote' - aggiunge - è per dimostrare forza e rinascita, per testimoniare che c'è una vita intera oltre la malattia».
Felici della sua decisine i sanitari che lo hanno curato. «Mi piace molto l'immagine di questo ragazzo che, in sella alla sua bicicletta, caschetto in testa, attraversa il Veneto ricordando la sua storia e pensando a noi. Nel frastuono della vita moderna, l'idea che un giovane, che ci ha conosciuto da vicino, pedali concentrando la sua attenzione sulla ricerca scientifica è un segnale encomiabile: i progressi in laboratorio - commenta il Direttore generale dell'Istituto Oncologico Veneto, PatriziaBenini - si compiono anche grazie all'iniziativa di singoli, che sono linfa vitale per il nostro guardare al futuro».

Ultimo aggiornamento: 13:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA