Mamma con i gemellini neonati resta al freddo il giorno di Natale: a portare il caldo ci pensa Nicola

Giovedì 30 Dicembre 2021 di Nicola Benvenuti
Nicola Barison
6

CONSELVE - Famiglia al freddo nei giorni di festa, il caldaista viene a sapere del problema dai social, interviene e riscalda il Natale di una mamma con due bimbi piccoli. Una bella storia accaduta a Cartura, protagonista Nicola Barison, tecnico termoidraulico di Conselve.


Dopo tanti anni alle dipendenze di una nota azienda del settore, pochi mesi fa Nicola decide di mettersi in proprio. «Il giorno di Natale ero con la mia fidanzata Eleonora dai suoi genitori che abitano a Cartura. Finito il pranzo il fratello della mia ragazza mi segnala un appello attraverso Facebook di una signora della frazione di Cagnola, Laura Migliorucci, che chiedeva aiuto perchè era senza riscaldamento e con due bimbi piccoli - racconta Barison - Al momento non ho dato peso alla cosa, però la mattina dopo mi sono svegliato con un tarlo che mi rodeva dentro, forse anche per il fatto che sono come volontario della Croce Rossa e per molti anni a Conselve sono stato impegnato nell'Azione Cattolica. Sta di fatto che sempre attraverso il mezzo social ho contattato la signora, che era veramente preoccupata e, saputo che il problema non era stato risolto, mi sono deciso di andare a casa sua».

La donna che risiede abitualmente in Toscana, è venuta per trascorrere qualche giorno di riposo nella casa di proprietà del suo compagno originario del Conselvano, una abitazione poco utilizzata e il cui impianto datato ha deciso di smettere di funzionare nel giorno di Natale. Così, il 26 dicembre, Nicola Barison, da tecnico caldaista esperto, ha tirato fuori i ferri del mestiere e in qualche ora ha fatto funzionare nuovamente l'impianto di riscaldamento.
Laura Migliorucci ha così voluto commentare il fatto attraverso un post: Mi sento di dover ringraziare di cuore pubblicamente il tecnico caldaista che il giorno di festa si è mobilitato per sistemarmi la caldaia. Una persona preparata e gentilissima, ma soprattutto umana che non si è sentita di lasciare due gemelli neonati di 15 mesi al freddo a differenza di altri tecnici che mi hanno negato l'intervento perché era appunto Natale. Sono arrivata la vigilia a Cagnola - aggiunge Laura e vorrei rimanere nella casa del nonno almeno un paio di mesi. Non conosco nessuno, la casa è sempre stata usata per le vacanze. Mi ha fatto molto piacere non sentirmi abbandonata».
 

Ultimo aggiornamento: 31 Dicembre, 10:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci