Tifosi allo stadio senza mascherina: decine di multe, ma ora rischiano un daspo fino a 5 anni

Lunedì 13 Dicembre 2021 di Alberto Rodighiero
Padova, il questore Antonio Sbordone e il prefetto Raffaele Grassi
2

PADOVA - Sono decine le multe che la Polizia di Stato lo scorso fine settimana ha comminato ai tifosi che hanno partecipato agli incontri di calcio Padova – SudTirol e Cittadella – Ascoli. Tifosi che ora rischiano il Daspo.  Gli agenti della questura della città del Santo schierati all’Euganeo e al Tombolato hanno avuto il loro bel da fare per multare tutti quei supporter che, nonostante l’obbligo di mascherina, si sono ostinati a tifare “a volto scoperto” per la loro squadra del cuore.

Il questore

«Soprattutto nei settori ospiti – ha spiegato ieri il questore di Padova Antonio Sbordone – abbiamo dovuto confrontarci con un diffuso mancato rispetto delle regole. I multati, infatti, sono stati alcune decine». Multati che, nel caso in cui dovessero essere nuovamente pizzicati allo stadio senza mascherina, rischiano un Daspo che può arrivare fino a 5 anni.

I controlli

Ieri, intanto il prefetto  Raffaele Grassi, assieme al sindaco Sergio Giordani  e ai rappresentanti di tutte le forze dell’ordine ha fatto il bilancio della prima settimana  di controlli (dal 6 al 12 dicembre) dall’introduzione del Super Green pass . Complessivamente, tra città e provincia,  sono state controllate 14.348 persone e i sanzionati  “per mancanza di certificazione verde” sono stati 54. Sono stati 13, invece, i multati perché senza mascherina. Controllati anche 2.334 esercizi commerciali. Sono stati infine 29 i locali sanzionati perché non in regola.

 

Ultimo aggiornamento: 19:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA