Sale la febbre per Padova-Juve U23: biancoscudati avanti anche se perdono per un gol

Se Padova passa il turno prossimo probabile avversario sarà il Catanzaro.

Venerdì 20 Maggio 2022 di Pierpaolo Spettoli
Chiricò dopo il gol ad Alessandria

PADOVA - Sfondato abbondantemente il muro dei tremila tifosi. Cresce la febbre attorno al Padova in vista della sfida di ritorno in programma domani, sabato 21 maggio, alle 20.30 con la Juventus under 23 all'Euganeo. Nella giornata di ieri sono stati staccati altri 924 biglietti che portano il totale a quota 3.442, praticamente tutti di fede biancoscudata considerato che sono appena trentasette i tagliandi emessi nel settore riservato agli ospiti.
Insomma, lo stadio di viale Nereo Rocco ribollirà di tifo per dare la spinta alla squadra verso l'approdo alle semifinali, traguardo che sarà raggiunto anche in caso di sconfitta con un gol di scarto. Già così il colpo d'occhio è assicurato, ma c'è tempo per fare ancora meglio visto che la prevendita sarà attiva sino al fischio d'inizio sul circuito Vivaticket (internet e punti vendita). Tra l'altro chi acquista un tagliando avrà a disposizione un coupon sconto sino a un massimo del cinquanta per cento al Macron Store di via Croce rossa sui prodotti del Padova. Prezzi (esclusi diritti di prevendita): poltrone premium 50 euro (35 euro ridotto per donne, under 15 e over 65); poltrone biancoscudate 35 (25); poltrone vecchie glorie 25 (20); tribuna ovest 15 (10); tribuna est 10 (7).

VERSO IL RECORD
L'obiettivo è ritoccare, o quanto meno avvicinare, il record stagionale fatto registrare in occasione dell'ultima partita di campionato con la Virtus Verona quando all'Euganeo si sono presentati in 4.130 (3.274 biglietti più 856 abbonati) nonostante la speranza di approdare direttamente in serie B fosse ridotta ormai al lumicino dopo il pareggio di Bolzano. Nella precedente gara a domicilio con la Giana Erminio invece sono accorsi in 3.553 (2.697 tagliandi oltre agli abbonati) per incitare il biancoscudo che era poi atteso appunto dallo scontro diretto con il Sudtirol.
Adesso con la Juve serve tutto il tifo possibile per spingere la squadra nelle prime quattro degli spareggi promozione.

L'ALTRO INCROCIO
Se il Padova passa questo turno, incontrerà nella doppia sfida della semifinale una tra Monopoli e Catanzaro. Più probabile i calabresi che all'andata fuori casa si sono imposti 2-1 in rimonta con doppietta di Iemmello e tra le cui fila milita anche Biasci che è stato girato in prestito dal club di viale Nereo Rocco nel mercato di gennaio a poche ore dalla semifinale di Coppa Italia al Ceravolo nel debutto del 2022 (19 gennaio). Precedente favorevole ai biancoscudati che si sono imposti 1-0 con rete di Bifulco.

SOULÈ: «NON E' FINITA»
Intanto però con un post su Instagram Soulè, uno dei talenti più promettenti della Juve, ha rilanciato il guanto di sfida nelle ultime ore scrivendo: "Non è ancora finita, ci crediamo". Della serie i bianconeri verranno all'Euganeo con l'intenzione di vendere cara la pelle anche se in questa stagione hanno sempre perso nei tre incroci con il Padova.

LA SQUADRA
La squadra ha ripreso ad allenarsi alla Guizza ieri pomeriggio e nella sfida di domani Oddo potrà contare in linea di massima sugli stessi effettivi di Alessandria. I giocatori usciti per precauzione al Moccagatta sono arruolabili, mentre è molto difficile che alla comitiva possano essere aggregati Ronaldo, Jelenic e Bifulco che non hanno partecipato alla trasferta piemontese per continuare a svolgere il rispettivo programma di recupero al Geremia.
Oggi al termine della seduta di allenamento il gruppo andrà in ritiro. Non è da escludere poi che domani in mattinata i giocatori svolgano una sessione di risveglio muscolare dato che l'attesa della gara è lunga scendendo in campo all'ora di cena.

Ultimo aggiornamento: 11:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci