Padova. Caffeine, titolare multato (e furioso) per la musica e i tavoli spostati: «Ma nessuno fa nulla per il degrado vero»

Mercoledì 7 Dicembre 2022
Padova. Caffeine, titolare multato (e furioso) per la musica e i tavoli spostati: «Ma nessuno fa nulla per il degrado vero»

PADOVA - «Io sono stato multato per aver messo la musica e aver spostato dei tavolini, ma tutta quella gente che si riunisce sotto i portici per bere e provocare degrado? È sempre più facile sanzionare un esercente che non fare una retata per sistemare quest'area».


Lo sfogo è di Jacopo Morelli, da sette anni titolare del locale Caffeine in via Roma. Domenica ha organizzato un evento ed è stato multato dalla Polizia locale per due violazioni. La prima di 121 euro perché non aveva l'autorizzazione per l'occupazione del plateatico, la seconda di 250 euro per non aver comunicato all'ufficio Suap del Comune che avrebbe promosso uno spettacolo di intrattenimento musicale.


«Io accetto le multe e le pago senza problemi ma qui la situazione è sempre peggio - attacca -. Sotto il portico di via Roma si trovano diverse persone, sia italiane che straniere, pronte ogni sera a bere, a disturbare io clienti, a sporcare per terra. Hanno praticamente un deposito di birre in strada e le loro casse fanno più rumore delle nostre, l'ho segnalato più volte all'amministrazione senza risultati. Arrivano alle 17 e stanno lì fino a sera. Eppure via Roma è davvero la passeggiata più importante per chi arriva da Prato della Valle. Siamo alle porte del centro della città, cosa pensa un turista che vede quel degrado? Più volte le forze dell'ordine sono intervenute ma la situazione non si risolve. Non ne possiamo più».
G.Pip.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci