Banditi in casa, lui spara: «Reazione spropositata, voleva colpirli»

Sabato 31 Marzo 2018 di Nicola Munaro
134

PADOVA - Walter Onichini «non ha sparato per spaventare, ma per colpire e fermare il ladro: una reazione non necessaria, assolutamente evitabile e sproporzionata».

Sono queste le motivazioni della sentenza che ha portato alla condanna del macellaio padovano a quasi 4 anni: il 22 luglio del 2013 scoprì due ladri in giardino e dopo aver imbracciato un fucile a pompa sparò due colpi verso di loro. «Non è una legittima difesa perché non c’era pericolo».

La replica dell’interessato: «Incredibile, i giudici hanno creduto più ai ladri che a me».

 

Ultimo aggiornamento: 1 Aprile, 11:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA