In auto abbatte la vetrata e piomba come un missile nel negozio di ortofrutta

Mercoledì 7 Aprile 2021 di Eugenio Garzotto
L'auto ha abbattuto la vetrata di un negozio di ortofrutta ad Abano Terme

ABANO TERME - Imbocca la rotatoria, perde il controllo dell’auto e piomba dentro un negozio di ortofrutta dopo averne abbattuto la vetrata d’ingresso. Solo la buona sorte ha fatto sì che lo spettacolare incidente stradale non provocasse vittime e feriti fra i passanti e il personale dell’esercizio commerciale che stava per aprire i battenti. Il fatto è avvenuto ieri mattina, poco prima delle 8,30, all’intersezione fra le vie Cesare Battisti e Armando Diaz. Una Volkswagen Golf di colore blu condotta da K.S., una quarantacinquenne del posto, è piombata come un missile all’interno dell’attività commerciale di Luca Martin. «Io mi trovavo dentro la cella frigorifera, mentre il mio collega stava preparando le verdure da esporre sui banchi di vendita – racconta ancora piuttosto scosso -. A un certo punto, ho udito un vero e proprio boato. In un primo momento, ho addirittura pensato a una fuga di gas». Martin esce dalla cella e si trova di fronte uno spettacolo al quale non era assolutamente preparato: la parte anteriore della Golf completamente all’interno del negozio e la vetrata in mille pezzi. «Abbiamo aiutato la conducente a uscire dall’auto – continua il titolare dell’ortofrutta -. Era in stato di choc, ma per fortuna incolume. Abbiamo comunque subito chiamato il 118 per richiedere l’intervento di un’ambulanza».
POLIZIA LOCALE
Sul posto, poco dopo, oltre all’autolettiga è arrivata anche una pattuglia della polizia locale, seguita dai vigili del fuoco del distaccamento di Abano, intervenuti per effettuare la rimozione della vettura che per tre quarti occupava completamente il camminamento pedonale. L’esatta dinamica del sinistro è tutt’ora al vaglio della Municipale. Dalle prime dichiarazioni rese agli agenti dalla 45enne, pare che dopo avere imboccato la rotonda per svoltare a sinistra in direzione di via Diaz, abbia d’improvviso visto sopraggiungere dalla sua destra un’auto bianca. La vettura l’avrebbe stretta, costringendola a una manovra repentina per evitare l’urto conclusasi con la Golf che, ormai priva di controllo, piombava sul marciapiede opposto e successivamente centrava in pieno l’ingresso del negozio. «E’ più o meno lo stesso racconto che ha fatto a me mentre aspettavamo i soccorsi – prosegue Martin -: continuava a insistere su questo particolare dell’auto bianca che stava per urtarla e che lei ha cercato di schivare. Comunque, l’importante è che non si sia fatta praticamente nulla. Ha anche telefonato al marito che poco dopo è arrivato qui. Meno male che non avevamo ancora aperto. Non voglio neppure pensare a quello che poteva accadere con i clienti già all’interno. In tutta franchezza – prosegue – non avrei mai immaginato che mi capitasse una cosa del genere. I danni sono ingenti, ma non so ancora con esattezza a quanto ammontino. E pensare – conclude – che ho aperto da soli tre mesi». L’incidente ha richiamato sul posto numerosi passanti, richiamati da rumore dell’impatto dell’auto contro la vetrata. «In tutto il quartiere abbiamo improvvisamente sentito un botto fortissimo – interviene un residente che stava osservando le operazioni di rimozione del veicolo -. Sembrava fosse esplosa una bomba». Altra fortunata coincidenza, al momento dell’impatto della Volskwagen contro l’ortofrutta nessun passante stava percorrendo il marciapiede.

© RIPRODUZIONE RISERVATA