Lunedì 21 Ottobre 2019, 09:47

Negozianti del centro di Padova contro Legambiente: «Sì alle auto»

PER APPROFONDIRE: auto, centro, legambiente, negozianti, padova
Negozianti del centro di Padova contro Legambiente: «Sì alle auto»

di Alberto Rodighiero

PADOVA - I provvedimenti anti-smog chiesti da Legambiente fanno salire sulle barricate i negozianti. L'Associazione commercianti del centro, che può contare su circa 600 iscritti, punta il dito contro i desiderata dell'associazione ambientalista che sabato mattina in occasione del suo congresso provinciale, ha chiesto esplicitamente lo stop alle auto nel cuore della città. Non solo. Legambiente ha anche sparato a zero contro il parcheggio all'ex caserma Prandina. L'Acc, però, si spinge oltre, accusando l'amministrazione Giordani di «assoluta subalternità» rispetto all'associazione guidata da Sandro Ginestri. «Secondo Legambiente il parcheggio della Prandina va chiuso e per entrare in centro servirà pagare un pedaggio tuona il leader dell'Acc Massimiliano Pellizzari - L'associazione ci dice che ora serve coraggio? Certo. Serve il coraggio per iniziare a dire la verità e affermare che l'inquinamento delle auto incide per il 15% sull'emissione di agenti inquinanti. La prova di questo sta nel fatto che questi livelli aumentano tra novembre e febbraio cioè quando vengono accesi i riscaldamenti e che
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Negozianti del centro di Padova contro Legambiente: «Sì alle auto»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 21 commenti presenti
2019-10-24 20:42:20
Pensavo alla mia euro3 diesel... che ancora fa quasi 20Km con un litro. Forse dovrei cambiarla con un bel SUV euro6 che con un litro di chilometri ne fa la meta'? Ma questi ecologisti cos'hanno al posto del cervello? Si fanno imbambolare da Euro-qua e Euro-la e non sanno piu' far di conto...
2019-10-22 20:38:02
Ma il sindaco che e' responsabile della salute dei Padovani cosa dice ' mi sembra che la citta' sia gia sprofondata in un miserabile declino in tutti i sensi. Padova ha perso decoro, sicurezza ed economia.
2019-10-21 22:27:46
la guerra dei poveri...controllate le fonti di riscaldamento a tappeto e imponete l'adeguamento dei palazzi con centrali a gasolio...che ce ne sono ancora troppe. Altro che bonus facciate...
2019-10-21 16:22:10
se qualcuno avesse la curiosità di guardare gli istogrammi del pm.10 dell'arpav, noterebbe anche con la cataratta, che il problema comincia esattamente quando parte il riscaldamento, e il traffico è lo stesso del giorno prima. Dovete bloccare la vendita di legna da ardere (escluse pizzerie, fornai). Altrimenti non fate le verginelle quando ci sono i falò dell'epifania e per i petardi di fine anno. Troppa gente si scalda ancora con la stufa a legna o il caminetto. Fate una rottamazione di tutta questa roba offrendo almeno quelle a pellets meglio ancora una caldaia nuova a gas.
2019-10-22 08:30:47
si infatti in centro a Padova hanno tutti le stufe a legna, si vedono le cataste davanti le case.