Furto e fuga in dieci minuti: vetrata sfondata a colpi di mazza

Lunedì 29 Marzo 2021 di Cesare Arcolini
Furto e fuga in dieci minuti: vetrata sfondata a colpi di mazza
1

VIGODARZERE - Assalto l’altra notte alla ditta Facco di Vigodarzere specializzata nella vendita all’ingrosso e al dettaglio di attrezzature per giardinaggio. Il furto è avvenuto qualche minuto prima di mezzanotte. In meno di dieci minuti i malviventi hanno rubato tutto ciò che hanno trovato a portata di mano, hanno caricato la refurtiva su un furgone e sono fuggiti facendo perdere le proprie tracce. Tutto si è consumato senza che nessuno nei paraggi della ditta Facco si sia accorto di movimenti sospetti. La spaccata è avvenuta in via Maresana, il bottino, secondo una prima stima dei danni, supera i 10mila euro. A raccontare cosa è accaduto nella notte tra sabato e domenica è stato il titolare dell’attività, Denis Facco. «Alle 23,50 - ha detto - è scattato il sistema d’allarme. I ladri con delle mazze hanno sfondato una vetrata dell’esercizio commerciale, poi hanno portato via decespugliatori, motoseghe e altre attrezzature di valore per il giardinaggio. La vigilanza privata è arrivata da noi dieci minuti dopo, ma chi ci ha svaligiato la nostra struttura ha fatto in tempo a defilarsi». Per il sopralluogo in via Maresana è arrivata una pattuglia dei carabinieri della stazione di Pionca di Vigonza. Sono stati organizzati posti di controllo nell’area adiacente la rivendita di prodotti per giardinaggio, ma dei ladri si sono perse le tracce. 
LE RICERCHE
Le ricerche dei malviventi e della refurtiva proseguiranno anche nella giornata odierna. «Potrebbe essere un furto su commissione - ha proseguito il titolare - sta di fatto che in un periodo così difficile caratterizzato dall’emergenza Coronavirus, un assalto di questa portata fa male. Ci rialzeremo e andremo avanti, con la speranza che questi delinquenti vengano catturati quanto prima». I carabinieri della Compagnia di Padova non escludono alcuna ipotesi al momento. Si indaga nel mondo della malavita dell’Est specializzata in questo genere di reati. Già nella giornata odierna verranno acquisiti i filmati della videosorveglianza comunale di Vigodarzere e dei comuni contermini al fine di reperire possibili riscontri investigativi utili all’identificazione dei predoni. 
IL PRECEDENTE
La spaccata di Vigodarzere arriva a poche ore da un’altra andata a segno in un negozio di ottica di Casalserugo. In questo caso il bottino è stato di 50mila euro e i ladri per fare irruzione nel negozio hanno utilizzato una Golf rubata in precedenza a Padova rinforzata come ariete. «La crisi economica sta attanagliando il nostro paese - ha concluso la vittima - è concreto il rischio che questo tipo di reati subisca nei prossimi mesi una pericolosa impennata». Il Comando provinciale potenzierà ulteriormente i pattugliamenti serali e notturni in tutte le zone più sensibili del padovano.

Ultimo aggiornamento: 30 Marzo, 11:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA