Silvana, si impicca per la crisi
L'ultimo biglietto: «Vedo nero»

Martedì 17 Marzo 2015 di Michelangelo Cecchetto
4
(M.C.) Ha chiesto scusa ai familiari per il suo gesto, scrivendo che dopo un anno "economicamente negativo" non vedeva "un futuro migliore". Ha deciso così di dire volontariamente addio alla vita, celando una situazione di disagio interiore della quale mai nessuno si era accorto o che comunque mai avrebbe fatto pensare ad un gesto così estremo e senza appello.



Silvana Valle il 4 aprile prossimo avrebbe compiuto 60 anni. Non era sposata, viveva in una parte della casa di famiglia annessa all'azienda. Lascia il fratello Franco, la sorella Nicla ed il padre Luciano, novantenne. La mamma è mancata alcuni anni fa. Pesante, pesantissimo il pensiero della crisi economica nella sua mente.



Ultimo aggiornamento: 17:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci