Anziana sviene al supermercato: «Non ho i soldi per mangiare»

PER APPROFONDIRE: anziana, fame, padova, supermercato, sviene
Anziana al supermercato in una foto d'archivio

di Luisa Morbiato

PADOVA - Freddo e fame. Una combinazione che, in questi giorni di temperature particolarmente rigide, può diventare micidiale e poteva costare carissima ad un’anziana padovana. Protagonista della triste vicenda una settantacinquenne che vive a Pontevigodarzere, alla periferia di Padova: mercoledì mattina è collassata in una delle corsie del supermercato Alìper di via Saetta all’Arcella, mentre faceva la spesa. Il motivo? La pensione non le basta, soffre la fame, vive al freddo e non ha più forze per mantenersi. 

I clienti presenti, vedendola cadere all’improvviso a terra perdendo subito conoscenza, hanno urlato chiedendo aiuto. É così intervenuto un medico padovano che, fortunatamente, si trovava nel negozio per fare anche lui la spesa. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 1 Marzo 2018, 06:30






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Anziana sviene al supermercato: «Non ho i soldi per mangiare»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 157 commenti presenti
2018-03-02 11:58:29
montirosso piano a scrivere contro corrente i leghisti destrosi sono in agguato. Hanno scritto centinaia di post e cliccato altre centinaia di pollici versi. Sa com'è chi non è allineato in senso razzista tende ad essere tacciato di buonismo - sinistroide - PD - Renzi ecc. ecc.. Le solite banalità insomma.
2018-03-02 09:05:07
ma se prende di pensione la cifra che vogliono dare come sostentamento minimo che cosa vuole? questa era ragioniera ma i conti fa fatica a farli. una bombola di gas per i fornelli costa 30 euro ed a una così risparmiosa basta anche 6 mesi. ed un bancale di legna glielo portano a casa per 130 euro e con una stufa a legna si scalda un mese. ovviamente una stanza e non tutta la casa. lo so perchè ho una vicina uguale che vive con 500 euro e pure qualcosa avanza. la storia mi puzza un pochino.
2018-03-03 15:03:49
Covertòn, spero almanco che no te sia interista, almanco queo!
2018-03-02 08:34:23
Forse non ha mai lavorato vista la pensione che ha. In ogni caso se sono d'accordo nel dare un pasto a tutti ed un ricovero a tutti, non sono d'accordo nel dare redditi di sussistenza e pensioni destra e manca. Per vivere c'è gente che si fa due ore di viaggio e 9 ore di lavoro tutti i giorni per 43 anni. Li dobbiamo rispettare, oltre che sfruttare.
2018-03-02 08:19:00
La versione della signora e dei vicini Non appena la signora ha ripreso conoscenza, il medico ha cominciato a parlarle per tenerla vigile. «Vivo da sola in un appartamento in periferie — ha raccontato — e non ho altre fonti che la pensione minima. Ho staccato il gas per la cucina e per il riscaldamento. Quando mi alzo dal letto al mattino, mi vesto molto per non soffrire il freddo. E siccome non ho i soldi per pagare la bolletta del gas, in questi mesi sto mangiando solo cibo in scatola, tutto freddo perché non posso né riscaldarlo né cucinarlo». Dopo l’intervento del medico fuori servizio, la donna è stata accompagnata dagli operatori dell’ambulanza al pronto soccorso dell’ospedale di Padova. In giornata il Comune ha precisato che la signora è da tempo seguita dai Servizi sociali, ma, fa intendere una nota, l’anziana tende a rifiutare l’aiuto offerto dalle strutture del Comune, che possono prevedere, precisa un comunicato, servizi domiciliari di assistenza, pasti a domicilio e anche sostegni economici anche per il pagamento delle bollette. I vicini di casa della donna, che abita nel quartiere Pontevigodarzere, a nord di Padova, dicono invece che la signora «è totalmente autosufficiente, ha i soldi per cucinare e riscaldarsi ma tiene la casa fredda perché vuole risparmiare». E qualcuno che la conosce da tempo aggiunge sotto voce: «È un po’ tirchia».