Venerdì 22 Marzo 2019, 00:00

Vacanza sul Mar Rosso, Pierangelo annega travolto dalla forza delle onde

Pierangelo Cauzzo

di michelangelo cecchetto

SAN GIORGIO IN BOSCO - «Il mare è stato più forte di lui, lo ha ingannato». Questa la frase che ripetono Raffaella e Giulio, la sorella e il papà di Pierangelo Cauzzo, cinquant'anni compiuti il 24 febbraio scorso, rappresentante orafo di San Giorgio in Bosco, morto annegato mentre si trovava in vacanza in Egitto a Marsa Alam sul Mar Rosso. Nell'abitazione nel centro della cittadina, dove viveva assieme anche alla mamma Mirella, la tragica notizia è stata data ieri mattina dai carabinieri della compagnia di Cittadella, allertati dal personale del ministero degli Affari esteri dell'ambasciata italiana al Cairo. La tragedia si è verificata mercoledì pomeriggio, 20 marzo. Quello della famiglia è un dolore riservato e molto composto. Un lutto grave ancor più, perché avvenuto in circostanze che mai avrebbero fatto presagire un epilogo del genere. Pierangelo Cauzzo non era assolutamente uno sprovveduto. Forse ha fatto un errore di valutazione sulla forza delle onde.

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Vacanza sul Mar Rosso, Pierangelo annega travolto dalla forza delle onde
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER