Rischiava di rimanere cieca:
ecco perché Annamaria si è uccisa

Venerdì 24 Luglio 2015
Annamaria Miotti
15
SAN GIORGIO IN BOSCO - Annamaria Miotti, la ragazza di 33 anni che l'altro giorno si è lanciata dal campanile nella piazza della chiesa di Sant'Anna Morosina, aveva ricevuto poco prima una diagnosi terribile: probabilmente sarebbe rimasta cieca.

Alla visita medica al lavoro le avevano riscontrato dei problemi di vista, consigliandole una visita specialistica.

Mercoledì mattina Annamaria insieme al padre si è recata nel reparto di Oculistica a Camposampiero, dove in effetti avevano diagnosticato una malattia degenerativa alla retina che l'avrebbe portata alla cecità.

Nonostante il medico avesse consigliato altri accertamenti, Annamaria era caduta in uno stato di profondo sconforto, essendoci già un caso analogo in famiglia.

A pranzo la ragazza sembrava aver superato l'impatto alla notizia. Ma quando i genitori nel pomeriggio sono usciti di casa ha preso la tragica decisione: salire su quel campanile e gettarsi di sotto. Ultimo aggiornamento: 25 Luglio, 11:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA