L'angelo generoso degli scout di Caselle ha preso l'ultimo volo

Sabato 25 Gennaio 2020 di Isabella Scalabrin
Angela Michela Bassi

SELVAZZANO - Una donna speciale, ricca di umanità che profondeva attraverso l’impegno nel volontariato, e brillante nel lavoro come dipendente della Maschio Gaspardo di Campodarsego, dove ricopriva il ruolo di responsabile dell’ufficio commerciale estero. Così, la comunità di Caselle, dove risiedeva, e tantissimi amici e colleghi che la amavano, si uniscono al marito Mariano Bero, e ai figli Beatrice ed Edoardo, nel ricordo di Angela Michela Bassi, mancata improvvisamente all’età di 52 anni. Angela Michela coordinava le attività dei ragazzi del gruppo Scout ARS sezione di Caselle, in qualità di vicepresidente. Inoltre, si prodigava per portare aiuto e conforto a persone in difficoltà, con particolare attenzione ai malati, ai bambini e agli anziani. Appassionata della montagna e amante della natura, aveva anche piantato numerosi alberi di cui si prendeva cura, in aree verdi pubbliche di Caselle.
«Abbiamo perso un’amica e una compagna di vita – riferiscono le colleghe dell’ufficio estero di Maschio Gaspardo, Dolores Madari, Paola Polita e Rosa Ambrosio - Angela era una grandissima professionista, parlava quattro lingue ed era esperta di contrattualistica e crediti documentari, nonché memoria storica e punto di riferimento per tutta l’azienda, dove lavorava da 32 anni». Così proseguono: «Nonostante il suo ruolo di responsabilità si comportava con semplicità, metteva tutti a proprio agio e quando vedeva qualche collega in difficoltà lo aiutava sempre. Così si è fatta amare da tutti».
Addolorati per la perdita di Angela Michela anche gli scout di Caselle. «É stata una pietra portante della nostra associazione – racconta il fondatore Franco Carpanese, denominato “Vecchio lupo” - Angela Michela ci dava una mano: si occupava della segreteria e degli aspetti burocratici, ma al tempo stesso preparava le torte e la pasta fatta in casa da vendere per beneficenza, e durante i campi lavorava in cucina e faceva le pulizie nelle camerate. Ha vissuto e incorporato lo spirito scout di servizio ed è stata un grande esempio per noi».
Struggente il ricordo del marito Mariano. «Lei è stata una persona di straordinaria generosità, di grande fede – commenta - vorrei ricordare le numerose testimonianze ricevute in questi giorni da parte di persone che lei ha aiutato in silenzio, evidenziando come mia moglie fosse presente non solo in famiglia, ma anche nella comunità, sostenendo i più fragili. Tra le tante opere di solidarietà, mi fa piacere raccontare il caso di un giovane conoscente, rimasto vedovo con due bambini in tenerissima età, a cui lei ha spalancato le porte della nostra casa, trasformandosi in quella che ora viene ricordata come la loro zia Angela». Come estremo atto di generosità, Angela Michela ha donato tutti gli organi e i tessuti. Il rito funebre si svolge oggi alle 11, nella chiesa parrocchiale di Caselle.
 

Ultimo aggiornamento: 11:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci