Pluripregiudicato prova ad evitare il controllo, poi l'avvocato gli dà un consiglio: ecco come è finita

Giovedì 20 Gennaio 2022 di Cesare Arcolini
Santa Giustina in Colle, riunione tra agenti e sindaco prima di cominciare l'attività di controllo

SANTA GIUSTINA IN COLLE (PADOVA) - Task force nella notte tra mercoledì e giovedì sul territorio di Santa Giustina in Colle nell'alta padovana. Gli agenti della Polizia locale della Federazione, presenti in strada con più mezzi hanno intercettato una Fiat Punto che alla vista del posto di blocco ha bloccato la sua marcia in un'aiuola di sosta. Il conducente, che poi risulterà essere un pluripregiudicato di 45 anni, dopo aver spento i fari dell'auto ha provato a nascondersi sotto i sedili. Gli agenti l'hanno però raggiunto per gli accertamenti del caso. In un primo momento l'uomo, in evidente stato di alterazione psicofisica, si è rifiutato di fornire le proprie generalità e di sottoporsi all'alcoltest. Dopo essersi consultato con il suo avvocato, ha però capito che era meglio intraprendere la strada meno dolorosa e si è messo a disposizione degli agenti. Ebbene è risultato positivo con un tasso alcolemico quasi tre volte più alto del limite consentito dal Codice della Strada. E' stato denunciato per guida in stato d'ebbrezza con contestuale ritiro della patente. L'intera nottata di controlli della Polizia locale è stata seguita in prima persona anche dal sindaco di Santa Giustina, Moreno Giacomazzi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci