Casa, i giovani single padovani sono i maggiori acquirenti e preferiscono il trilocale

Secondo l’Ufficio Studi di Tecnocasa Padova è la città veneta con l’età media più bassa dei compratori: il 40% non è sposato

Lunedì 26 Settembre 2022 di Marina Lucchin
Ecco cosa comprano i padovani
1

PADOVA - Giovani e single con il sogno di vivere nell’indipendenza di una casa propria? In Veneto si concentrano a Padova. È la nostra, infatti, la città dove l’età media degli acquirenti di abitazioni è la più bassa della regione, con ben il 38,1% delle compravendite realizzate da persone tra 18 e 34 anni, dato che va di pari passo con gli acquisti da parte di single che anche in questo caso vede primeggiare Padova con il 40,7%. Lo si evince dalla statistica realizzata dall’Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa che ha analizzato le compravendite realizzate attraverso le proprie agenzie attive in Veneto per tutto l’anno scorso.

I dati

Il 73% delle compravendite ha riguardato l’abitazione principale, il 17,1% gli acquisti per investimento e nel 10% dei casi si è trattato di acquisti di case vacanza. Per quanto riguarda i proprietari nel 49,3% dei casi hanno venduto per migliorare la qualità abitativa, nel 40,6% dei casi per reperire liquidità e nel 10,2% dei casi per trasferirsi in un altro quartiere oppure in un’altra città. In Veneto il 69,8% degli acquirenti sono coppie e famiglie, mentre nel 30,2% dei casi si tratta di single. Nel 29,0% dei casi ad acquistare sono persone con un’età compresa tra 18 e 34 anni, seguiti subito dopo da acquirenti con un’età compresa tra 35 e 44 anni che compongono il 26,8% delle compravendite. Ben visibile, dunque, la differenza con Padova, dove gli acquirenti sono in maggioranza relativa i single (40,7%) seguiti dalle coppie senza figli (34,3) mentre quelle con figli sono solo il 25% (peggio di noi, solo Rovigo, con il 20,8%).

Le tipologie

Le tipologie più compravendute in Veneto sono il trilocale e le soluzioni indipendenti e semindipendenti che si attestano entrambe intorno al 32% sul totale delle compravendite. Per quanto riguarda quelle più desiderate dai padovani prevale il quattro locali, seguiti a ruota dai trilocali. Ma c’è anche una grande “fame” di monolocali: il 3,6% del totale, la percentuale più alta di tutta la provincia anche selL’emergenza sanitaria del Covid 19 ha spinto all’acquisto di tipologie più ampie e dotate di spazi esterni. Le soluzioni indipendenti o semi indipendenti, invece, non sono particolarmente richieste, come succede nelle province particolarmente urbanizzate. Basti vedere la differenza tra Padova e la confinante Rovigo: il 20,8% nella prima contro il 45,7% della seconda.

Investimenti o necessità

Nel 2021 la percentuale di acquisti per investimento in Veneto evidenzia una ripresa, dopo un 2020 in cui si era scesi fino al 15%. Non siamo però ancora ai livelli del 2019, quando la componente di acquisti per investimento si attestava al 21,5%, mentre nel 2021 ci si ferma al 17,1%. Entrando nel dettaglio di Padova si nota che il motivo predominante della compravendita è l’acquisto dell’abitazione principale: il 78,3%, mentre a Treviso e Venezia si supera l’80%. Vicenza, Verona e Rovigo spiccano per le alte percentuali di acquisti per investimento che si attestano rispettivamente al 42%, al 25,5 e al 25%, mentre a Padova su arriva al 21,7%. Per quanto riguarda il motivo della vendita, la percentuale più alta è quella di reperire liquidità, segue quella della cessione volta a migliorare la qualità abitativa e per acquistare, quindi, una soluzione migliorativa, mentre solo il 12,5% vende la casa a causa di un trasferimento.

Ultimo aggiornamento: 27 Settembre, 10:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci